Milan Napoli 3 a 0 Ibra Pato Boateng il video dei gol

Stra-Pato per il Diavolo, il Napoli crolla!

Nel Monday Night della 27a giornata di Serie A, i rossoneri strapazzano 3-0 i partenopei nella sfida Scudetto di San Siro. Dopo un primo tempo bruttino, il Diavolo si accende nella ripresa coi gol di Ibrahimovic (rigore), Boateng e soprattutto di un Pato incontenibile

Alla fine l’atteso Oscar va sorpresa all’attore non protagonista della sfida Scudetto di San Siro. Niente Ibrahimovic e niente Cavani dunque, protagonisti attesi di Milan-Napoli che vede invece brillare la stella di Alexandre Pato. Rossoneri troppo forti, Napoli deludente e ridimensionato nella corsa al titolo che a questo punto rischia seriamente di diventare uno sprint a due tra rossoneri e Inter.
PATO E MUSCOLI PER IL DIAVOLO; MAZZARRI SI “TRUCCA” – Scaramucce toscane della vigilia a parte, i due tecnici si affrontano a viso aperto con Allegri che opta per un centrocampo tutto corsa e muscoli per supportare un tridente atomico che premia un Pato in forma scintillante; Papero al fianco di Ibrahimovic e Robinho, preferito a Cassano che si accomoda in panchina. Dall’altra parte invece, Mazzarri arriva a Milano con la voglia di giocarsela e nonostante l’assenza per squalifica di Lavezzi non smonta il tridente inserendo Mascara a fianco di Hamsik e Cavani. El Matador, ovviamente, protagonista atteso della serata di gala insieme a Ibra.
GRANDE AGONISMO, MA POCO SPETTACOLO – Delusione, tanta. Questa la sensazione al termine di un primo tempo giocato male da entrambe le squadre col Milan sicuramente più intraprendente mentre i partenopei lasciano tranquillamente il pallino del gioco al Diavolo senza però riuscire a imbastire ripartenze degne di nota. Due lampi li regalano Hamsik e Ibrahimovic dalla lunga distanza, ma è solo un’illusione che si spegne sotto la fitta pioggia che si abbatte sull’erba di San Siro. I rossoneri crescono nel finale, ma Ibra è imbrigliato tra la morsa dei difensori di Mazzarri mentre Robinho è stranamente impreciso. Il più pericoloso per i padroni di casa diventa così van Bommel che si inserisce coi tempi giusti in area ma vede il suo destro a colpo sicuro ribattuto dal coraggioso e tempestivo intervento di Aronica. Il difensore palermitano è ancora protagonista qualche minuto dopo quando salva sulla linea, ma con estrema serenità, la debole conclusione di Pato che raccoglie palla in area dopo l’errata uscita di De Sanctis. Brivido per i tifosi napoletani presenti a Milano, mentre l’ultimo sussulto di un primo tempo avaro di emozioni lo regala ancora il Papero rossonero che finisce sul taccuino di Rocchi per uno spintone gratuito e irrazionale a centrocampo sul povero Aronica.
ARONICA MALDESTRO, IBRA NON PERDONA – Dopo tanta noia, l’avvio di ripresa finalmente regala emozioni al pubblico del Meazza. Match che si infiamma subito con van Bommel che prende a pallate De Sanctis diventando l’attaccante rossonero più pericoloso ma serve materiale per i moviolisti a sbloccare il risultato di San Siro. Sugli sviluppi di un corner corto Cannavaro spazza l’area di testa, palla che si impenna con Aronica che nel tentativo di anticipare Pato sulla linea di fondo entra scomposto col braccio inducendo Rocchi a fischiare calcio di rigore. Decisione che ovviamente fa infuriare i giocatori di Mazzarri, mentre Ibrahimovic non si scompone e dal dischetto fa 14 in campionato freddando De Sanctis. La rete dello svedese sveglia il Milan, mentre il Napoli finisce schiacciato dalla morsa del Diavolo che sfiora il raddoppio con due nitide palle gol disinnescate da un De Sanctis monumentale: Pato (55’) e soprattutto Robinho (59’).
BOATENG-PATO, IL MILAN DILAGA – Una sola squadra in campo, anche perché non è serata per un Napoli che non riesce proprio mai ad affacciarsi dalle parti di un Abbiati inoperoso. Allegri perde prima Jankulovki e poi Abate ma ritrova un Boateng rimasto ai box per circa due mesi. Un ritorno fondamentale quello del “Boa” che porta equilibrio e fisicità al centrocampo rossonero ma soprattutto diventa micidiale coi suoi inserimenti in area. Su un ribaltamento di fronte, con Ibra che serve in verticale Pato, arriva il raddoppio: il Papero entra in area e serve una palla d’oro proprio a Boateng che festeggia al meglio il suo ritorno in campo (77’). La partita finisce qui, anche se c’è ancora tempo per assistere alla meraviglia di un Pato scatenatissimo che due minuti dopo manda i titoli di coda con una gemma da fuori area che si incastona alle spalle di De Sanctis. Rete bellissima chiude definitivamente la sfida Scudetto vinta meritatamente da un Milan convincente che ricaccia a meno 5 i cugini nerazzurri. Napoli, esageratamente punito nel risultato, ma estremamente deludente e soprattutto ridimensionato nella volata al titolo.
Alessandro BRUNETTI da Eurosport

One comment

  1. Pingback: Napolibit »  Milan Napoli 3 a 0 Ibra Pato Boateng il video dei gol :: VIP