Milano quelli che vanno al Ristorante Osaka e sul conto di 1000 euro ne pagano la metà

milano ristorante osakaSushi in centro, conto da mille euro
Quattro clienti pagano la metà e se ne vanno
A chiamare le forze dell’ordine è stato un cameriere indiano. Sul tavolo lasciata una banconota da 500 euro

Il conto era di quasi mille euro, e i clienti non ne hanno voluto sapere: dopo aver discusso con il cameriere hanno lasciato sul tavolo una banconota da 500 e se ne sono andati. È successo mercoledì sera al ristorante giapponese «Osaka» di corso Garibaldi, in centro a Milano, specializzato nel sushi. A chiamare le forze dell’ordine è stato un dipendente del locale, un indiano di 43 anni, attorno alle 23.50, quando ormai i clienti si erano dileguati.

CENA LUCULLIANA – L’uomo ha descritto i quattro clienti: tre uomini di circa 30, 45 e 50 anni e una donna di età non definita. Almeno tre dei commensali, ha riferito, erano sicuramente italiani. Il dipendente ha riferito che il tavolo era stato prenotato dai clienti per la serata, ma che non era stato lasciato alcun riferimento telefonico. I clienti hanno ordinato le pietanze più costose del menu e annaffiato le portate con generose bevute di saké, oltre a ordinare varie bottiglie di vini pregiati. I camerieri, come riferisce una responsabile, li hanno messi in guardia sul fatto che il conto stava lievitando, ma loro hanno continuato imperterriti a ordinare. Dopo aver cenato, il gruppo si è fatto portare il conto, che era arrivato a 942 euro. A quel punto si è accesa una discussione: i clienti, con aria offesa, hanno lasciato sul tavolo una banconota da 500 euro, si sono alzati e se ne sono andati. Il dipendente indiano ha preferito non fare scenate, ma ha chiamato la polizia per riferire i fatti.

IL RISTORANTE – Il ristorante Osaka è tra i migliori nel suo genere a Milano secondo la recensione del critico gastronomico di ViviMilano Valerio Massimo Visintin, che lo trova «interessante, elegante, meno asettico di molti suoi compaesani». Bisogna conoscerlo perché è «quasi invisibile, infrattato com’è nel corridoio che conduce a un hotel». «La fama che si è giustamente meritato negli anni ha fatto però crescere i prezzi», commenta il critico. Il prezzo medio attualmente si aggira sui 50/60 euro a persona, bevande a parte.

da corriere.it

I commenti sono chiusi.