Moran Atias da valletta ad una particina nel film con Russell Crowe

Moran Atias: “Sono una pantera in tailleur”
L’attrice è andata in America e ha recitato in un film con Russell Crowe

Ex valletta de “I Raccomandati” e “Matricole & Meteore”, Moran Atias ha lasciato l’Italia per vivere a Los Angeles. L’attrice vuole sbarcare il lunario e già ha messo a segno la prima tappa. Arriva nei cinema, con una piccola particina l’8 aprile con Russell Crowe in “The Next Three Days”. Moran si confessa a Panorama First: “Il mio uomo ideale è Einstein” e consapevole della propria sensualità si paragona a “una pantera in tailleur”.

Moran ha sentito l’esigenza di allontanarsi dall’Italia per cercare “nuove sfide”. E un amico speciale ci ha messo lo zampino: “Domenico Dolce mi ha incoraggiata. Grazie a lui ho iniziato a studiare recitazione in Italia”.

Del film con Crowe spiega: “Anche se ho una piccola parte, è stata un’esperienza molto importante. Poche scene che mi hanno comunque consentito di imparare molto”. L’attore l’ha conquistata: “Crowe pensa come il suo personaggio, guarda coi suoi occhi (…) mi ha tranquillizzato spiegandomi che lavoro porta lavoro, e raccontandomi alcuni aneddoti sui suoi inizi da attore”.

E’ la storia di “un uomo mette a repentaglio la sua vita per salvare la moglie, accusata ingiustamente di omicidio. Contro di lei ci sono prove schiaccianti, ma lui le crede comunque. E’ un bel messaggio. Il vero amore è quello incondizionato, che accetta pregi e difetti”. E a proposito di uomini spiega chi è il suo ideale: “Deve avere intelligenza, rispetto per un luogo e la gente che ci vive, carisma, eleganza. Less is more. Un uomo che risce a dire con poco, tutto è un uomo sensuale”.

da TGCOM


I commenti sono chiusi.