Morta Maria Celeste Patanè 23 anni colpita da un colpo di fucile sparato dal fratello Sebastiano metre lo puliva a Priolo

maria-celeste-patane-prioloA PRIOLO, NEL SIRACUSANO
Pulisce il fucile, parte un colpo:
ventiquattrenne uccide la sorella
Il proiettile ha centrato la guancia di Maria Celeste

SIRACUSA – Uccide la sorella sparandole in volto. Un terribile fatto di sangue all’interno di una famiglia di Priolo (Siracusa). La tragedia si è consumata ieri sera, domenica. Sebastiano Patanè ha ucciso la sorella di 23 anni, Maria Celeste, con un colpo di fucile al volto. Lo sparo è partito accidentalmente dall’arma che il giovane stava pulendo ed ha centrato ad una guancia la ragazza che era seduta vicino a lui sul divano. Per Sebastiano è scattata l’accusa di omicidio colposo e i carabinieri hanno sequestrato l’arma del delitto.

Il fucile, calibro 12, era regolarmente detenuto dal fratello della vittima, che non si è accorto di aver lasciato un colpo in canna dopo l’ultima battuta di caccia.

Trasportata subito al pronto soccorso dell’ospedale “Umberto I” di Siracusa, per la giovane non c’è stato nulla da fare e il cadavere è stato riconsegnato alla famiglia.

da corriere.it

 

I commenti sono chiusi.