Morto Giulio Torroni 95 anni storico presidente del Circolo Nautico Bim

Ambulanza di notteNautica in lutto, morto TorroniSe n’è andato lo storico presidente del Circolo Nautico Bim. Uomo sincero, combattivo e schietto un romagnolo con la velocità nel cuore

BELLARIA – Giulio Torroni ha lasciato la sua famiglia e tutta la città di Bellaria Igea Marina sabato scorso all’età di 95 anni. Una scomparsa che ha fatto il giro d’Italia, Torroni infatti era un personaggio molto conosciuto sia per i suoi trascorsi sportivi che lavorativi, ha fatto il geometra e ha lavorato molto anche fuori regione. Quello che però ha fatto conoscere Torroni è stata la sua passione per il mare e la velocità, fu un pilota di motonautica negli anni ‘70, tanto da diventare anche campione italiano e nel 1978 campione europeo di endurance, un uomo con le idee chiare e il carattere di un combattente che sapeva farsi intendere in tutte le sedi. Fu uno dei fondatori del Circolo Nautico di Bellaria Igea Marina, e dopo il primo presidente Ermanno Morri, per oltre 40 anni fu proprio Torroni a diventare il presidente, tanto che pochi anni fa i soci del Circolo hanno voluto insignirlo della carica di Presidente onorario.

“Abbiamo perso un vero punto di riferimento – spiega Nicola Ianniello, oggi presidente del Circolo Nautico di Bellaria Igea Marina – Giulio per noi era una persona importante, è stato un personaggio che ha reso questo Circolo conosciuto in tutta Italia e in Europa. Negli anni della sua presidenza qui, su questo mare, si sono disputate corse internazionali di velocità, tutto grazie a Torroni. In questi ultimi anni si era staccato un po’ dalla vita del circolo, anche se la seguiva costantemente, ma per noi era normale andare a chiedergli un consiglio, era un uomo che non si tirava mai indietro e la soluzione la trovava”.

Il primo cittadino Enzo Ceccarelli lo ricorda come “un bellariese che amava la sua città. Bellaria Igea Marina per lui era davvero importante, tanto da portare il suo nome in giro per il mondo con le sue innumerevoli iniziative legate alla motonautica e non solo. L’ho sempre conosciuto, un uomo molto determinato che non si fermava davanti a nessuno, non aveva problemi a dialogare con le istituzioni con molta franchezza, ha lavorato per portare manifestazioni di grandi prestigio in città, 30 anni fa l’Arcidiavolo, la sua barca, era un vero punto di riferimento. Cedette l’area del Parco Panzini alla città insieme a una donazione di beni appartenuti a Panzini, insomma ha sempre pensato al prestigio della città, un carattere forte capace di confrontarsi con tutti con molta franchezza. Solo le persone determinate possono fare cose importanti come quelle che ha fatto Giulio Torroni”.

Il Circolo Nautico deve molto a Torroni tanto che l’attuale presidente Ianniello dice: “ho ereditato un bel carico, essere presidente dopo Torroni non è facile, ma ci ha insegnato molto e sapremo tenere alto il nome del nostro circolo cercando di avere le stesse attenzioni che aveva Torroni, non sarà facile, ma ci proveremo. La sua presenza ci sarà sempre da stimolo per i prossimi impegni, un’eredità che cercheremo di portare avanti onorando il suo percorso, che è stato unico”.
I funerali di Giulio Torroni si celebreranno questo pomeriggio alle 14.30 alla chiesa del Sacro Cuore di Bellaria, poi la salma sarà trasportata al cimitero di Savignano sul Rubicone, città di origine della famiglia.

Gabriele Domenicon da romagnanoi.it

I commenti sono chiusi.