Morto Maurizio Canovaro, 51 anni di Camogli residente a Testana incidente durante un varo Era il primo ufficiale del rimorchiatore è stato colpito e sbalzato in mare da un gancio che si sarebbe staccato all’improvviso.

guardia_costieraRiva Trigoso – Sul molo di Fincantieri, dove la cerimonia del varo è stata rimandata, Bruno Manganaro della Cgil ricostruisce la dinamica del drammatico incidente che, questa mattina, ha ucciso il primo ufficiale di Camogli Maurizio Canovaro. Intanto, il Capo di Stato Maggiore della Marina, l’ammiraglio Giuseppe De Giorgi, con un telegramma, ha voluto esprimere il cordoglio della Marina militare per la morte del primo ufficiale.

Era il primo ufficiale del rimorchiatore che stava trasportando una chiatta nel bacino del cantiere per la cerimonia inizialmente prevista in mattinata e poi rinviata

La vittima, Maurizio Canovaro, 51 anni di Camogli, ma residente a Testana, è stato colpito e sbalzato in mare da un gancio che si sarebbe staccato all’improvviso.

Sul posto sono intervenuti il personale del 118 e la capitaneria di porto. Il corpo è stato recuperato. Ai carabinieri il triste compito di dover informare la famiglia. Canovaro lavorava per la società di rimorchiatori “Oro Mare” che ha sede a Genova.

Rinviato il varo
Questa mattina alle 10.30 nello stabilimento era previsto il varo di una nave per la Marina militare algerina: la cerimonia è stata rinviata.

«Questo grave lutto colpisce profondamente tutta la famiglia di Fincantieri. La società ha ritenuto per rispetto della vittima e dei suoi familiari di annullare la cerimonia prevista per questa mattina e ha annunciato che sarà vicina in ogni maniera alla famiglia»: è quanto in una nota diffusa da Fincantieri.

Aperta un’inchiesta
La procura di Genova ha aperto un fascicolo sull’incidente, ipotizzando il reato di omicidio colposo. Ad occuparsene è il sostituto procuratore di Genova Giovanni Arena. L’incidente si è verificato in mare, nello specchio antistante il cantiere. Il rimorchiatore doveva partecipare alle operazioni successive al varo, assistendo la chiatta che avrebbe dovuto poi trasportare la nave al cantiere di Muggiano per l’allestimento.

Il magistrato ha disposto il sequestro della chiatta, del rimorchiatore e delle cime e domani affiderà l’incarico peritale per l’esecuzione dell’autopsia sul corpo di Canovaro.

da ilsecoloxix.it

I commenti sono chiusi.