Morto Molhem Barakat fotoreporter della Reuter di soli 17 anni

Molhem BarakatMorto Molhem Barakat, il fotoreporter di guerra di soli 17 anni

Il fotoreporter di 17 anni Molhem Barakat è morto, raccontava la guerra in Siria ed era tra i collaboratori dell’agenzia Reuters

Il mondo del fotogiornalismo è in lutto per la morte di Molhem Barakat, il fotoreporter 17enne assoldato dall’Agenzia Reuters. Ci sono notizie che nella polveriera che è oggi la Siria, passano quasi inosservate e non fanno più scalpore, in realtà tutti dovremmo indignarci per la morte prematura di Molhem Barakat, la sua vita è stata spezzata lo scorso venerdì, mentre fotografava il combattimento presso l’ospedale tra i ribelli e le forze lealista al Presidente Bashar al-Assad.

Gli è stato fatale lo scontro tra ribelli e forze del regime davanti all’ospedale di Aleppo che da mesi era diventato la barricata delle forze governative, un ospedale dovrebbe essere un luogo protetto dove poter curare e potersi proteggere e non un campo di battaglia.

Con le sue fotografie Molhem Barakat ha raccontato la guerra siriana ma anche la vita in Siria, come vivono i soldati, la loro vita quotidiana e il centro commerciale della Siria. Questo giovane 17enne si è ritrovato in mezzo a questo inferno perché accompagnava il fratello combattente nelle sue azioni di guerriglia, il suo talento per il reportage ha convinto l’agenzia Reuters a impiegarlo tra i collaboratori e a fornirgli l’attrezzatura necessaria per fare questo lavoro. Le sue fotografie sono state pubblicate su giornali, siti web e rotocalchi in tutto il mondo.

Molhem è nato e cresciuto a Istanbul, dove ha frequentato le scuole e si è appassionato alla fotografia di reportage, nella sua breve ma intensa carriera ha raccontato due anni e nove mesi di conflitti ed ha costruito un portfolio di immagini da fare invidia ai fotoreporter più navigati.

Non dovrebbero accadere queste cose.

serena vasta da clickblog.it

I commenti sono chiusi.