Ned il composto che nei topi li fa ringiovanire muscolarmente di 40 anni è una ricerca di Harvard pubblicata su Cell

Topi paralizzati tornano a camminare a Losanna 01Chi dice che invecchiare è inevitabile? E, soprattutto, è possibile tornare alla tonicità muscolare dei tempi andati? Uno studio della Harvard Medical School formula l’ipotesi che sia possibile grazie ad un composto chimico che prende il nome di  Nad

Chiaramente l’ipotesi è tutta da verificare, dicono i ricercatori che hanno pubblicato i dati del loro studio sulla rivista specializzata  Cell
Quello che è stato individuato, analizzando i topi in laboratorio, è un composto chimico presente nelle cellule chiamato nad che si degrada diminuendo di concentrazione con il passare degli anni.

Lo studio ha consentito di comprendere un processo di invecchiamento finora sconosciuto, l’abbassamento dei livelli di Nad interferisce con l’attività dei  mitocondri  e le  centrali energetiche  delle cellule. Da qui ne consegue  l’’invecchiamento muscolare che è solo uno dei tanti aspetti della materia.

Con i test eseguiti gli scienziati sono riusciti, nei topi, ad invertire il processo di invecchiamento muscolare utilizzando proprio il Nad.

Somministrata negli animali, la nuova molecola ha ristabilito la corretta funzionalità dei mitocondri e delle centraline elettriche cellulari dei muscoli che, dopo il trattamento, risultavano più giovani e forti.

Insomma, la molecola utilizzata su modello animale, come spiegato dai ricercatori, ha “ringiovanito” i muscoli di circa 40 anni , se riparametrati alla vita umana.

Nello specifico, ai roditori è stata somministrata una sostanza che l’organismo converte in modo naturale in Nad. E’ bastato quindi aumentare i livelli della molecola nei topi per ottenere il risultato di ringiovanimento muscolare.

Ad esempio, è stato possibile, con solo una settimana di trattamento, riportare i topi con  un’età di 2 anni a quella di 6 mesi . La misura del ringiovanimento prende in considerazione alcuni indici come la funzionalità mitocondriale, la perdita di massa muscolare, l’infiammazione e l’insulino-resistenza

Ana Gomes, che dirige il Dipartimento di genetica della Harvard Medical School di Boston, ha spiegato che lo studio  si limita solo  all’invecchiamento muscolare  e che i risultati sono così incoraggianti che già dal 2015 potrebbe prendere il via alla sperimentazione clinica.

Insomma, a 60 anni ci si potrebbe ritrovare con i muscoli di quando si avevano solo 20 anni.

Niente male, seguiamo lo sviluppo di questa ricerca.

 Antonio Luzi da vitadidonna.org

I commenti sono chiusi.