Paolo Brosio ho visto i miracoli della Madonna di Medjugorje

Brosio: “I miracoli? Li ho visti
Al convegno su Medjugorje si parla di un prodigio in una foto

QUASI 4000 persone al Nelson Mandela Forum hanno pregato per il ‘trionfo del cuore immacolato di Maria’. Un incontro nato dalla devozione alla Madonna di Medjugorie e ispirato dal secondo segreto di Fatima: «Infine il mio cuore immacolato trionferà», disse la Madonna ai tre pastorelli. Anche papa Benedetto XVI l’ha auspicato, e ieri a Firenze tanti hanno dimostrato di crederci e di voler portare a compimento questo “desiderio” ultraterreno. «Non ci vogliamo anteporre al giudizio della Chiesa – hanno spiegato gli organizzatori – ma riportare testimonianze di persone che si sono convertite grazie a Maria e hanno trovato attraverso di lei l’amore di Dio». Come quella di Paolo Brosio che ha seguito il credo cattolico dopo una visita al santuario in Bosnia. Proprio lui ha voluto raccontare la sua storia di fede ricevuta come dono ormai da adulto dal palco dell’ex Palasport fiorentino. E ha raccontato tre guarigioni miracolose «che ho potuto vedere — dice — con i miei occhi. Purtroppo i miracoli bisogna vederli, perché la Chiesa li comunica male e troppo tardi…» E per tutti un consiglio: «Fate benzina la mattina presto: andate a messa e confessatevi spesso, anche per le piccole cose».
Al suo fianco un altro collega giornalista, Antonio Socci. «A Firenze — dice — ogni pietra è testimonianza della gloria di Dio, in particolare nella basilica della Santissima Annunziata dove è testimoniata la bellezza divina».

L’APPUNTAMENTO, che segue altri due incontri nel 1991 e nel 2001 sempre al Palazzo dello Sport e dedicati a Medjugorie, ha visto anche la testimonianza di Jelena Vasilj e della sua esperienza mistica con locuzioni interiori che la portano a sentire nel cuore le parole della Madonna. La nuova evangelizzazione è stato uno dei temi portanti dell’incontro,coordinato da monsignor Gagliardini presidente dell’associazione “Difendere la vita con Maria”, grazie anche alla testimonianza dei ragazzi di don Gianni Castorani, sacerdote fiorentino che ha fondato la scuola di evangelizzazione di Mocciano a Borgo San Lorenzo. «Siano i giovani i primi evangelizzatori verso i giovani», ha detto. E i suoi ‘studenti’ hanno raccontato di come si possa portare il Vangelo nella vita di tutti i giorni, nelle piazze, nei pub, nelle strade, sulle spiagge.

CI SONO stati anche i racconti di miracoli ricevuti dalla Madonna dopo un pellegrinaggio a Medjugorie, guarigioni prodigiose, ma soprattutto miracoli di fede, conversioni che hanno donato un nuovo modo di affrontare la vita. Una delle partecipanti sostiene di aver scattato una fotografia durante l’incontro in cui compare la Madonna con Gesù Bambino. Una notizia che potrà essere verificata solo nei prossimi giorni, ma la gente riunita al Mandela Forum non ha bisogno di miracoli. Perché il miracolo ce l’ha già nel cuore.

Manuela Plastina da lanazione.it

I commenti sono chiusi.