Parma Cagliari 0 a 0 video

Cassano ParmaParma fermato dal Cagliari nel giorno del centenario
Con i sardi è 0-0. Di Biabiany e Sau le occasioni migliori per le due squadre

GIORGIO MERONI
Nella 16.a giornata di Serie A Parma-Cagliari finisce 0-0. La partita, dopo un primo tempo privo di emozioni, si accende nella ripresa. Biabiany sfiora il vantaggio al 50′ con un destro angolato su cui Avramov si supera, imitato al 63′ da Mirante. Il portiere gialloblù devia sul palo una conclusione molto ravvicinata di Sau. Nel finale i padroni di casa ci provano con un gran destro di Acquah, a lato di poco, ma il risultato non si sblocca.

LA PARTITA

foto LaPresse
Avrebbe voluto festeggiare con un successo il centenario dalla nascita, che ricorre lunedì. E invece si deve ‘accontentare’ dello 0-0. Il Parma di Donadoni non riesce a sorridere tra le mura amiche. L’ultima vittoria risale al 27 ottobre (3-2 al Milan). Poi sono arrivati una sconfitta e due pareggi. Gli emiliani rimangono tuttavia imbattuti da 5 settimane e confermano di attraversare un buon momento di forma. Contro i sardi è servita tuttavia la, molto probabile, strigliata del tecnico negli spogliatoi perchè la squadra vista nei 45′ iniziali non era nemmeno lontana parente di quella ammirata al San Paolo e contro l’Inter una settimana fa. Si è fatta decisamente sentire l’assenza dello squalificato Parolo sulla mediana. Non un bel segnale visto che il giocatore a gennaio potrebbe partire (destinazione Milan). Confortante invece la seconda frazione in cui Biabiany ha fatto impazzire la retroguardia avversaria e Cassano si è svegliato dal torpore e dal nervosismo (il giallo ricevuto gli farà saltare la sfida con la Samp) iniziali. Considerazioni analoghe vanno fatte per il Cagliari, che non perde, al pari dei dirimpettai odierni, da 5 settimane. I rossoblù hanno anzi dimostrato un’ottima condizione fisica e una significativa intraprendenza in avanti dove mancavano due pezzi pregiati come Ibarbo e Pinilla, sostituiti degnamente da Sau e Nenè. Anche Cossu, inserito a partita in corso, si è fatto apprezzare, in particolare per un assist al bacio recapitato sui piedi di Sau. La casella delle vittorie lontano dal Sant’Elia resta ancora vuota ma, almeno per il momento, non è un dato allarmante, sempre che in casa i rossoblù continuino a mettere fieno in cascina.

In avvio le due squadre si studiano e, complice una serie incredibile di errori in fase di impostazione e i continui scontri di gioco (alla fine gli ammoniti saranno ben 8) , le emozioni latitano. Nella gara a chi sbaglia di meno si fa preferire il Cagliari, la cui manovra risulta più fluida nonostante l’indisponibilità di Conti causa squalfica. La prima occasione è di marca sarda al 17′: cross di Dessena e colpo di testa di Sau da buona posizione che termina alto. La risposta dei gialloblù è immediata: sul traversone di Cassani, Biabiany non riesce a deviare il pallone verso la porta e spreca. Sono ancora però gli ospiti a rendersi pericolosi, soprattutto sulla fascia destra; Mirante è bravo a respingere le conclusioni di Ekdal e Dessena. Il team di Donadoni, lento e macchinoso in mezzo al campo, e costretto a far fronte all’infortunio di Paletta, si sveglia solo verso il 45′. Prima Sansone, servito da Cassano, prova un tiro al volo trovando la ribattuta di Rossettini, e poi Valdes, in ombra fino a quel momento, dopo aver superato due avversari calcia di sinistro: Avramov si rifugia in angolo.

A inizio ripresa il grande protagonista è Biabiany. Il francese al 50′ sfiora il vantaggio con un destro angolato su cui Avramov si supera. Un minuto più tardi crea lo scompiglio nella difesa del Cagliari ma fallisce l’ultimo passaggio per Cassano appostato in area. L’undici di Lopez non sta a guardare e al 63′  va vicinissimo allo 0-1. Sau triangola con Cossu, entrato al posto di Eriksson, e si presenta solo davanti a Mirante: l’estremo difensore gialloblù è strepitoso nel deviare sul palo il tiro ravvicinato. Sul capovolgimento di fronte Nainggolan rischia di combinare un pasticcio (autogol) nel tentativo di alleggerire di testa: il pallone lambisce il pallo alla destra di Avramov. Le due compagini vogliono vincere e si spingono all’attacco. Al 76′ è determinante l’intervento di Pisano che stoppa Marchionni lanciato a rete. Sul corner seguente Acquah fa venire i brividi agli ospiti con un destro da applausi. Nel finale Nenè è impreciso di testa così come Amauri, gettato nella mischia da Donadoni per agguantare i tre punti. Finisce 0-0.

LE PAGELLE

foto LaPresse
Biabiany 7 – Sulla fascia ‘viaggia’ che è un piacere. Alcune sue accelerazioni fanno venire il mal di testa ad Avelar. Lopez è costretto a cambiare il terzino e spostare Pisano per limitare i danni, riuscendoci solo in parte. Il francese dimostra che gli accostamenti alle big (la Juve) sono meritati. Motorino inesauribile.

Cassano 6 – Match dai due volti per FantAntonio. Nel primo tempo perde molti palloni e dà la sensazione di essere svogliato. Nella ripresa prende per mano i suoi e i risultati si vedono. Se vuole convincere Prandelli a convocarlo per i Mondiali in Brasile, deve essere continuo per tutti i 90 minuti.

Mirante 7 – Prodigioso il salvataggio sul tiro di Sau. Il suo è un vero e proprio miracolo. In precedenza era stato bravo su Ekdal e Dessena. Grande sicurezza anche nelle uscite. Saracinesca.

Astori 6 – Questa volta non si distrae e non commette gravi errori. Concentrato fino alla fine, soffre insieme ad Avelar le volate di Biabiany. Tuttavia guida la difesa con ordine.

Eriksson 5,5 – Preferito a Sau, si muove tra le linee per mettere in difficoltà il Parma. Gli manca il colpo risolutivo e viene sostituito da Cossu (6,5) subito in partita e decisamente più incisivo del compagno.

Sau 6,5 – Non fa rimpiangere Pinilla: mette in apprensione Paletta e Lucarelli, e solo un grande Mirante gli nega la gioia della rete. In costante crescita così come Nenè (6).

IL TABELLINO

PARMA-CAGLIARI 0-0
Parma (4-3-3): Mirante 7; Cassani 6, Paletta 6 (30′ Mendes 6), Lucarelli 6, Gobbi 5,5; Acquah 6,5, Marchionni 6 (38′ st Amauri sv), Valdes 6 (27′ st Munari sv); Biabiany 7, Cassano 6, N.Sansone 5,5. A disp.: Bajza, Coric, Felipe, Mesbah, Benalouane, Rosi, Mauri, Obi, Palladino. All.: Donadoni 6,5
Cagliari (4-3-1-2): Avramov 6,5; Pisano 6,5, Rossettini 6, Astori 6, Avelar 5,5 (20′ st Perico 6); Dessena 6,5, Nainggolan 6,5, Ekdal 5,5; Eriksson 5,5 (12′ st Cossu 6,5); Nenè 6, Sau 6,5. A disp.: Adàn, Murru, Oikonomou, Ibraimi, Cabrera. All.: Lopez 6,5
Arbitro: Tommasi
Marcatori: –
Ammoniti: Cassano, Mendes, Valdes, Lucarelli (P), Nainggolan, Ekdal, Nenè, Rossettini (C)
Espulsi: –

da sportmediaset.com

I commenti sono chiusi.