Pirlo e il cucchiaio video ho visto Hart troppo carico


Pirlo: “Hart era bello carico…”
Buffon: “Ho guidato Diamanti”

Il regista azzurro spiega il “cucchiaio”: “Volevo mettere pressione agli inglesi”. Il portiere: “Ho suggerito ad Alessandro la direzione del rigore”. L’attaccante del Bologna: “Vittoria meritata”

Entusiasmo alle stelle per i protagonisti della vittoria azzurra sull’Inghilterra nei quarti di Euro 2012.

DIAMANTI — Inizia Alessandro Diamanti, autore del rigore che ha mandato l’Italia alla semifinale con la Germania: “Non me lo sarei aspettato, ma ci ho sempre creduto. È stata una vittoria meritata e i rigori hanno fatto giustizia. Farsi trovare pronti è quello che il mister ci chiede e noi ci alleniamo con grande entusiasmo. Quella dell’Italia è stata una grande partita dal primo all’ultimo minuto. E’ stata una battaglia, è andata bene così”.

PIRLO — La follia creativa di Andrea Pirlo indirizza i calci di rigori con un “cucchiaio” che fa secco il portiere inglese. Il regista juventino si gode il successo: “Ho visto il portiere che era bello carico e ho pensato di fare così, è stato più facile tirarlo così. Al portiere la cosa ha creato un po’ di pressione. De Rossi sta facendo un grandissimo Europeo, purtroppo ha avuto questo piccolo infortunio, speriamo di recuperarlo per giovedì”.

BUFFON — “Sì, ho temuto la beffa perché quando comincia una lotteria puoi vincere o perdere. Però penso che abbiamo meritato la semifinale, nei 120 minuti di gioco siamo stati i migliori in campo. Abbiamo fatto una partita gagliarda, da squadra importante”. Gigi Buffon racconta le emozioni della vittoria ai rigori sull’Inghilterra. “Dopo l’errore di Montolivo ho pensato solo che doveva fare una parata perché i miei compagni se lo meritavano e penso che me lo meritavo anche io – spiega il portiere, apparso molto serio nonostante la vittoria -. Non sono uno che fa i salti di gioia perché arriva in semifinale. Ho motivi per essere felice, ma ne avrei anche per essere irritato. Se arriverò in finale e vincerò avrò di che gioire. Io non parto per arrivare terzo o quarto. E nemmeno secondo”. Buffon però ricorda anche che la semifinale era il suo obiettivo minimo: “Il traguardo che mi ero posto l’abbiano raggiunto. Ora dobbiamo spingerci un po’ più in là, perché si può fare. La Germania parte favorita, ma abbiamo il carattere giusto per fargli ‘trovare del duro'”. Buffon ha anche parole per i tifosi: “Il mio pensiero va in primo luogo ai terremotati dell’Emilia, ma senza dimenticare quelli dell’Aquila. E poi a tutti i tifosi che ci hanno seguito da casa”. Chiude con una “chicca”: “A Diamanti ho consigliato io di non ‘stringere’ il rigore come fa sempre. Gli ho detto di ‘aprirlo’, ero certo che Hart si sarebbe tuffato dall’altra parte”.

DE ROSSI — “È stata una serata di quelle che ti rimangono dentro tutta la vita. Sull’episodio del mio palo è andata male, in quel momento, ma è una serata alla quale non cambierei una virgola”. Lo dice Daniele De Rossi. “Mi aspettavo una partita del genere – continua De Rossi -. L’intensità con la quale abbiamo giocato è stata incredibile e credo che abbiamo preparato la partita molto bene, sapendo di avere davanti una grande squadra”. Volendo ricordare un episodio della partita, De Rossi non ha dubbi: “Direi il rigore battuto da Andrea Pirlo. Erano circa dodici anni che non si vedeva un rigore tirato in quel modo”. Non è del tutto certa la presenza di De Rossi per la semifinale di giovedì contro la Germania, visto il lieve infortunio di questa sera. “Ho un po’ di fastidio al nervo sciatico – spiega il centrocampista della Roma -, ma spero di recuperare per la semifinale. Non mi sono né stirato né strappato, ma dopo il rigore di Diamanti mi sono alzato e non sono riuscito neanche ad abbracciarlo”. De Rossi torna su Diamanti, autore del gol decisivo: “Conoscevo poco Alessandro e si è creato subito un bel rapporto, una bella amicizia. È bello per un ragazzo come lui, che ha fatto tanta gavetta, potere tirare un rigore decisivo”.

MONTOLIVO — Sospiro di sollievo per Riccardo Montolivo, che ripensa al rigore sbagliato: “È stato terribile, ti crolla il mondo addosso. Si può sbagliare, certo, ma in quel momento è stata dura. Poi, per fortuna, ci sono state le parate di Buffon e la traversa di Young. Dopo il mio errore tutti i ragazzi sono stati solidali ed eravamo fiduciosi, avevamo fatto una grande partita e non meritavamo di uscire. Questa Nazionale fa inorgoglire gli italiani”.

BARZAGLI — “I rigori non li ho vissuti bene, pensavo che non sarebbe stato giusto uscire, alla fine ci siamo meritati di passare il turno”. Lo dice Andrea Barzagli a fine match: “Dopo l’errore abbiamo visto i fantasmi, ma oggi abbiamo capito quale sia il nostro potenziale – prosegue il difensore della Juve -. Ha detto bene Buffon, quando ha spiegato che non partiamo favoriti ma neppure battuti da nessuno in partenza”.

BONUCCI — “Siamo stati più squadra e ci teniamo ad andare fino in fondo”. Parola di Leonardo Bonucci, che continua: “È stato bravo Buffon ed è stato bravo chi ha tirato i rigori. Se fossimo andati ad oltranza, sarei stato io il prossimo a tirare. Rooney Si è visto poco, ci prendiamo i nostri meriti, vuol dire che abbiamo preparato bene la partita. Adesso dobbiamo ricaricare le pile”..

I commenti sono chiusi.