Pizza al Radicchio con sasso e Dorina si rompe i denti a Treviso a Conè di Campolongo

Nella pizza al radicchio c’è un sasso: una 29enne ci rimette cinque denti

La donna dopo sei mesi risarcita con 800 euro, ma il dentista
gliene chiede 3.500: «Sono disperata, non ho tutti quei soldi»

TREVISO – Un sasso nella pizza le fa perdere cinque denti. Che lei non può permettersi di farsi mettere a posto. È la storia di Dorina, 29enne di origine romena, residente a Cordignano, che lavora come donna delle pulizie nel centro commerciale Conè di Campolongo.

Erano le 14.30 del 29 dicembre dell’anno scorso, se lo ricorda bene Dorina quell’attimo in cui ha dato un morso al trancio di pizza che aveva appena comprato al Wine Pizza, il bar al primo piano del centro commerciale Conè. Ha sentito una fitta di dolore, si è portata le mani alla bocca e si è accorta che sulla pizza insieme al radicchio c’era pure un sasso.

«Cinque denti sono rimasti incastrati nella pizza – racconta Dorina – Ero andata a mangiare lo spuntino sulla scala, non potevo sedermi perché ero in orario di lavoro. Sono tornata subito al bar per far presente quello che era successo. Mi hanno detto che non sapevano cosa fare. Allora sono andata dalla segretaria del Conè che mi ha accompagnata nuovamente al bar per parlare con il cuoco e il proprietario».

Dorina è disperata perché non ha soldi per mettersi a posto i denti. L’assicurazione le ha risarcito 800 euro, ma il dentista gliene ha chiesti 3.500. «Non riesco a mangiare quasi nulla – prosegue Dorina – mi attacco i denti con la colla per farli star su, è terribile». Nonostante una vita di sacrifici, dopo quindici anni trascorsi in Italia a lavorare, la donna romena non è riuscita a mettere da parte abbastanza soldi per far fronte a quest’emergenza. «Non so più cosa fare – dice in lacrime Dorina – ho la bocca sfigurata e nessuno mi aiuta».

Per la verità una persona che ha provato ad aiutarla c’è stato ed è proprio il titolare del bar, Francesco Polo: «Abbiamo fatto la denuncia all’assicurazione – spiega – che ha fatto la perizia e ha parlato con il dentista della signora. In assenza di testimoni e visto che la Dorina si era allontana dal bar per mangiare, l’assicurazione non voleva nemmeno pagare. Sono stato io ad insistere, visto che non è una estranea,ma lavora qui al Conè». L’assicurazione ha dunque risarcito alla donna 800 euro che corrisponde alla cifra necessaria per sistemare due denti. «Sono dispiaciuto di questa situazione – afferma il titolare del bar – ma mi sento più che a posto perché ho fatto quello che potevo per aiutarla».

di Elisa Giraud da gazzettino.it