Roma il 21enne Roberto muore accoltellato dal trans argentino convivente

ROMA, RAGAZZO DI 21 ANNI MUORE ACCOLTELLATO DA UN TRANS

I vicini li hanno sentiti litigare furiosamente. Poi, improvvisamente, il silenzio. E subito dopo la porta di casa che si apre. Si vede uscire uno solo dei due conviventi, sconvolto. I vicini provano a suonare il campanello dell’abitazione, ma nessuno risponde. È stato a quel punto che alcuni abitanti di una palazzina al centro di Torvajanica, in via Siviglia 2, hanno deciso di chiamare il 112. Ma quando i carabinieri sono arrivati era troppo tardi.

Nell’ingresso dell’appartamento, in un lago di sangue, giaceva ormai cadavere, vestito di una maglietta e un pantaloncino, Roberto, di 21 anni, nullafacente, nato Roma ma residente a Torvajanica, trafitto da numerose coltellate al petto. Il giovane conviveva da qualche tempo con un trans argentino, che in un accesso d’ira si è trasformato nel suo assassino. Ignoti al momento i motivi della lite, ma dai primi accertamenti sembra che i due fossero legati sentimentalmente ed è probabile che il movente sia futile, di natura passionale.

L’argentino, un giovane di 26 anni, è stato fermato poco dopo dai militari a circa 500 metri dalla casa mentre si stava allontanando con passo spedito. Fondamentale è stata la collaborazione dei testimoni che hanno permesso ai militari di individuarlo e di bloccarlo. Il giovane è al momento in stato di fermo per il reato di omicidio e avrebbe ammesso la sua colpa, anche se dovrà essere interrogato dal magistrato.

I carabinieri del nucleo investigativo di Frascati e della compagnia di Pomezia hanno lavorato tutta la notte per delineare i contorni della vicenda, che è accaduta intorno alle 20. Di certo non c’è stata un’aggressione da parte della vittima nei confronti del transessuale, che infatti non presentava addosso alcun segno di ferite. Le ricerche si sono concetrate per ritrovare l’arma del delitto, verosimilmente un coltello da cucina che era nella casa e che è stato portato via dall’assassino, che poi l’avrebbe gettato lungo la strada.

Alla mezzanotte di ieri, non era stato ancora possibile avvertire i genitori del ragazzo morto e per questo i carabinieri hanno tardato a fornire le sue complete generalità.

da LEGGO.IT