Roma Parma 2 a 2 Totti Juan e doppietta di Amauri video gol

Roma raggiunta sul 2 a 2 grazie a due gol fantastici di Amauri del Parma

La Roma non decolla all’Olimpico: Vincenzo Montella e i suoi si fanno rimontare dal Parma, che strappa un prezioso 2-2. Segna Totti (alla partita numero 600) su rigore , raddoppia Juan, poi però Amauri segna una doppietta

Niente da fare: la Roma non è ancora fuori dal tunnel. L’Aeroplanino di Montella, che sembrava aver spiccato il volo a Bologna, va in panne all’Olimpico, dove i giallorossi scialacquano un vantaggio di due reti, e si fanno riprendere incredibilmente dal Parma, bravo a crederci sino alla fine. Totti segna su rigore nel giorno del suo 600° compleanno, Juan raddoppia, poi nella ripresa la Roma perde Pizarro e arretra pericolosamente lasciando spazio agli avversari; Amauri ne approfitta e con la sua doppietta firma il 2-2 finale. La contestazione, che sembrava essersi bloccata, è pronta a ricominciare: i fischi di fine partita lo testimoniano: la Roma accende e spegne, non si vede ancora la luce.
Montella, emozionato al suo debutto all’Olimpico, dà ancora fiducia a Riise e, soprattutto, mette Totti punta unica con Vucinic esterno, spedendo Borriello tra le riserve. Marino, sempre in bilico, disegna un Parma aggressivo almeno nel modulo con Amauri e Giovinco chiamati a far lavorare la difesa di casa. Un proposito che non si realizza, almeno nel primo tempo, dominato da una Roma grintosa e cinica come da tempo non si vedeva. Il gioco non è certo spettacolare ma quel che conta, per risalire la china, e’ il risultato, che i giallorossi sembravano aver messo al sicuro dopo i primi 45 minuti. Totti è ispirato ed entra in tutte le azioni dei suoi. Ed è lui, nel giorno della sua 600esima presenza con la maglia della Roma, a sbloccare il risultato. E’ il 19′: Cassetti serve in area Taddei, il brasiliano è ostacolato in maniera illecita da Paletta e per l’arbitro Brighi e’ rigore. Il numero 10 di casa si accomoda la sfera sul dischetto e poi festeggia con il pollice in bocca. Il Parma non riesce a rendersi pericoloso, Paletta rischia grosso, al 35′, nell’anticipare Vucinic, Mirante non è sempre impeccabile ma al 36′ ha poche colpe sul 2-0 giallorosso. De Rossi stacca da angolo, l’estremo ospite fa quel che puo’ ma Juan lo punisce con un tap-in a colpo sicuro. Peccato per l’infortunio di Pizarro nel recupero: il play, appena rientrato titolare, rimedia una distorsione al ginocchio su fallo di Giovinco ed esce in barella con le mani tra i capelli.

E’ un altro Parma quello che si affaccia nella ripresa. Motivato, veloce e anche pericosolo, soprattutto con delle incursioni di Candreva. Marino fa entrare Crespo per aumentare il peso specifico del suo attacco, Montella toglie Vucinic (che poco prima aveva sfiorato il gol con un gran destro) per Menez. Il più pericoloso resta Totti, che al 20′ fa un paio di dribbling e ci prova da fuori, trovando la smanacciata in angolo di Mirante. Gli ospiti restano nel match e, al 25′, sfiorano il gol con uno stacco goffo di Amauri, lasciato colpevolmente solo nell’area giallorossa. L’ex juventino però si riscatta ampiamente al 29′: Valiani crossa dalla destra e il suo tacco anticipa Juan e beffa Doni per un gol di altissimo pregio. E non è finita, perché al 34′ il Parma pareggia: ancora un cross dalla destra di Valiani, rimpallo tra Cassetti e Juan e Amauri firma la doppietta da vero ‘rapinatore’ d’area. Paci di fa ammonire ancora e lascia i suoi in dieci, al 37′ la Roma reclama un altro penalty per un braccio galeotto in area di Pisano su colpo di testa di Cassetti. Il Parma però legittima l’X in schedina al 44′: Giovinco, non sempre brillante, scappa in contropiede e prova il lob senza troppa fortuna.
Eurosport

I commenti sono chiusi.