Roma Sassuolo 1 a 1 gol di Longhi e Berardi video


Beffa Roma, Berardi regala il pari al Sassuolo all’ultimo secondo
I giallorossi a lungo in vantaggio contro gli emiliani grazie a un autogol di Longhi vengono riacciuffati al 94esimo

Dopo il pareggio di Torino arriva un altro mezzo passo per la Roma bloccata all’Olimpico dal Sassuolo di di Francesco. Dopo essere stati a lungo in vantaggio grazie all’autogol di Longhi al 19esimo del primo tempo, i giallorossi sono stati beffati in pieno recupero da Berardi che al 94esimo ha trovato l’angolo giusto per infilare De Sanctis. La squadra di Garcia può recriminare per le tre palle gol costruite e sprecate da Ljajic nella ripresa.

Ventidue punti di differenza in classifica, il secondo miglior attacco contro la peggior difesa, la difesa più serrata contro uno dei peggiori attacchi del campionato. Ecco come si presenta al fischio d’inizio Roma-Sassuolo, la capolista contro la terzultima di scena all’Olimpico. Statistiche che i primi minuti di partita non sembrerebbero confermare visto l’atteggiamento spavaldo della squadra di Di Francesco due volte pericolosamente al tiro con Berardi e Gazzola: gli emiliani si chiudono bene e ripartono in velocità, i giallorossi tengono palla ma faticano a pungere fino almeno al minuto 19, quello della rete numero 26 in campionato dei padroni di casa, propiziata da un uno-due da applausi Pjanic-Florenzi e arrivata con l’autogol di Longhi dopo la grande respinta di Pegolo. Roma in vantaggio, più sicura e autoritaria, ma pochi minuti dopo senza Borriello, sostituito da Bradley dopo aver subito una brutta botta da Magnanelli: Pjanic dunque dirottato da centrocampo in attacco, tanta pressione ma poche occasioni e pochi brividi sino agli istanti che precedono l’intervallo quando nell’arco di trenta secondi prima Acerbi, mettendo in angolo un cross di Balzaretti, e poi Pegolo, respingendo un destro velenoso di Ljajic, tengono in partita il Sassuolo. Massimo risultato col minimo sforzo per i giallorossi che alzano sensibilmente il baricentro nella ripresa e con i cross di Maicon, le incursioni di Florenzi e la velocità di Ljajic cercano il raddoppio. L’ex viola, particolarmente ispirato, si fa prima stoppare al 62esimo da Pegolo, si ripete al 74esimo con un numero strepitoso ma sbatte nuovamente contro l’estremo del Sassuolo, e due minuti dopo chiede il rigore per un contatto con Marrone beccandosi però un giallo per simulazione. La Roma crea ma spreca, il Sassuolo fiuta l’occasione e a cinque minuti dal novantesimo con Floro Flores costringe De Sanctis al miracolo: l’Olimpico prima si gela poi impreca ancora contro Pegolo per il terzo miracolo su Ljajic e infine si dispera. Al 94esimo la mischia davanti alla porta giallorossa, nata da un contatto sospetto tra Floro Flores e Bradley ai danni del romanista, viene infatti risolta da Berardi che con il suo sesto gol in campionato infila l’1-1 e costringe così la capolista al secondo pareggio consecutivo.

IL TABELLINO

ROMA-SASSUOLO 1-1
Roma(4-3-3): De Sanctis; Maicon, Castan, Burdisso, Balzaretti; Pjanic (30′ st Caprari), De Rossi, Strootman; Florenzi (40′ st Marquinho), Borriello (33′ Bradley), Ljajic A disp.: Lobont, Skorupski, Torosidis, Jedvaj, Dodò, Romagnoli,Taddei, Gervinho, Ricci. All.: Garcia
Sassuolo (3-5-2): Pegolo; Antei, Bianco, Acerbi; Gazzola (26′ st Kurtic), Magnanelli (38′ Zaza), Marrone, Longhi, Missiroli (19 st Farias); Berardi, Floro Flores. A disp.: Pomini, Rosati, Rossini, Schelotto, Laribi, Chibsah, Missiroli, Masucci, Ziegler, Alexe. All.: Di Francesco Arbitro: Giacomelli
Marcatori: 19′ aut. Longhi (S), 49′ st Berardi (S)
Ammoniti: Magnanelli (S), Strootman (R), Floro Flores (S), Berardi (S), Ljajic (M), Kurtic (S)
Espulsi: –

da sportmediaset.com

I commenti sono chiusi.