La vita di Sandra Milo a Domenica 5: dal figlio morto a 16 anni all’aver aiutato la madre a morire

Sandra Milo: “Ho aiutato mia madre a morire”
L’attrice si racconta senza filtri a “Domenica Cinque”

A “Domenica Cinque” Sandra Milo si concede in un intimo tête-à-tête con Federica Panicucci ripercorrendo i momenti più belli, ma anche quelli più difficili, della sua vita. Dai matrimoni sbagliati alla grande passione per Federico Fellini, dal rapporto con la madre (“L’ho aiutata a morire”, ndr) all’amore per i figli.

“A 15 anni mi sono sposata con il marchese Cesare Rodighiero – racconta Sandra – a 16 anni sono rimasta incinta, ma non volevo stare con quell’uomo perché si era rivelato violento. Poi, una notte, ci fu un parto prematuro, io fui portata in ospedale, ma mio figlio morì”.

Sandra Milo prosegue parlando del suo problematico rapporto con il secondo compagno, Moris Ergas e di sua figlia Debora: “Una volta mi ha picchiata molto violentemente, mi ruppe la mascella e le orecchie; pensavo di morire. Fu un evento per me talmente traumatico che non sono più riuscita a tornare con lui neanche per amore di mia figlia”.

La Milo prosegue l’intervista toccando un argomento molto delicato per lei, ovvero il rapporto con la madre Maria e lo fa con le lacrime agli occhi: “Mia mamma un giorno venne presa da un brutto male, e quando i medici si accorsero di cosa aveva, ormai era troppo tardi. Era a letto, immobile, poteva solo bere un po’ d’acqua. Soffriva terribilmente, neanche la morfina faceva più effetto. Poi, un giorno, mi disse che non ce la faceva più, che soffriva troppo, mi chiedeva aiuto. Io le dicevo che non potevo essere io a toglierle la vita, ma lei mi implorava di aiutarla perché non resisteva più. Un giorno mi ha detto: ‘Io l’avrei fatto per te’. Ed era vero, e mi sono vergognata del mio egoismo, della mia paura, di volerla vicino a me e ho capito che l’amore deve andare oltre ogni limite. Lei aveva bisogno di me e dovevo aiutarla. Non provo rimorso per ciò che ho fatto, era giusto cosi”.

Sandra conclude l’intervista parlando del suo grande amore per Federico Fellini e racconta così i loro momenti insieme: “La mia storia con Fellini è durata 17 anni ed è stata la mia più grande storia d’amore. Un amore che andava contro la morale, contro il ragionamento, contro ogni logica. Io ero pazza di lui, e lui, un giorno, è venuto nel mio camerino, mi ha baciato e io sono svenuta e lui mi ha detto: ‘Ma che bamboccia, una donna come te che sviene per un bacio'”.

da TGCOM

I commenti sono chiusi.