Schiavone ai quarti Wimbledon

schiavoneSchiavone ai quarti
Federer batte Soderling
Wimbledon. La lombarda supera la francese Razzano e approda tra le ultime otto, come solo altre tre italiane hanno fatto nel passato. Affronterà la Dementieva. Lo svizzero in tre set tirati sullo svedese

WIMBLEDON – Un’italiana ai quarti di finale. E’ Francesca Schiavone, che ci arriva in due set, superando la francese Virginie Razzano con il punteggio di 6-2 7-6. La milanese raggiunge il traguardo delle ultime otto, come non accadeva dai tempi di Silvia Farina. Ora se la vedrà contro la russa Elena Dementieva, che ha superato la connazionale Elena Vesnina per 6-1 6-3. La 29enne azzurra è la quarta italiana a raggiungere il traguardo dopo Lucia Valerio nel 1933, Laura Golarsa nel 1989 e Silvia Farina che il 30 giugno 2003, giusto 6 anni fa meno un giorno, battè l’argentina Suarez, per poi perdere da Kim Clijsters. L’unico italiano ad avere fatto meglio all’All England club è Nicola Pietrangeli, arrivato in semifinale e battuto da Laver nel 1960. Panatta non è mai arrivato oltre i quarti (1979), e come lui hanno fatto Uberto de Morpurgo (1928) e Davide Sanguinetti (1998), oltre allo stesso Pietrangeli nel 1955. La Schiavone è l’unica italiana della storia ad aver centrato i quarti di finale in 3 diversi Slam: prima che a Wimbledon, le era riuscito al Roland Garros, nel 2001, e a Flushing Meadows nel 2003. Se dovesse mai raggiungere le semi, sarebbe la terza italiana a riuscirci in un torneo Grand Slam. Prima di lei Annalies Ulstein Bossi Bellani nel 1949 e Silvana Lazzarino nel 1954, sempre a Parigi.

“Grande partita”. “Ho fatto una bellissima partita, anche a livello mentale, c’era la tensione di potercela fare. Sono rimasta concentrata ed è andata bene – ha commentato la Schiavone a fine match – “Sull’erba è fondamentale servire bene così puoi aggredire subito il tuo avversario. Tante cose che ti portano ad essere determinata. Dementieva? E’ fra le prime dieci del mondo e da 8 anni. Sa tenere la pressione e gioca bene nei momenti importanti ma devo pensare a me e cercare di fare il massimo”:

Soderling impegna Federer. Oggi è la giornata in cui si disputano tutti gli ottavi. In campo maschile, Federer ai quarti, ma Soderling conferma il suo nuovo status di top player. Il 5 volte vincitore all’All England vince in tre set, ma ha bisogno di ben due tie break per avere ragione dello svedese: 6-4 7-6 (5) 7-6 (5) il punteggio finale, nel quale il bilancio finale dei punti vinti e persi, 103 a 97 per l’elvetico, la dice lunga sull’equilibrio in campo, con il fuoriclasse di Basilea spesso costretto sulla difensiva dai debordanti colpi del 25enne di Tibro. Chiuso il primo set con un solo break a proprio favore, Federer ha ribattuto colpo su colpo con il servizio (alla fine vincerà la battaglia degli ace, 23 a 16), fino al tie break, nel quale ha avuto un primo minibreak, annullato prima di chiudere 7-5. Più farraginoso per l’elvetico il terzo set, nel quale ha dovuto salvare le uniche due palle break sul 4-4, prima di un nuovo 6 pari. Nel tie break, Federer stavolta è andato sotto due volte, prima di produrre l’allungo decisivo con un incredibile dritto incrociato vincente, giocato in corsa, che ha annichilito lo svedese al punto da indurne il successivo doppio fallo, che ha portato Roger al primo e unico match point.

Altri risultati. Il ritiro per infortunio di Ana Ivanovic spiana la strada dei quarti anche alla plurivincitrice del torneo femminile Venus Williams. La detentrice del titolo aveva comunque vinto il primo set (6-1 0-1 il punteggio), prima del forfait dell’avversaria. Passa anche Serena, facile su Daniela Hantuchova (Svk) 6-3, 6-1. In campo maschile, Novak Djokovic e il rinato tedesco Tommy Haas sono destinati a replicare la recente finale di Halle, nella quale ha prevalso, non senza sorpresa, il tedesco. Haas ha superato il russo Igor Andreev per 7-6 6-4 6-4, mentre il serbo n.4 mondiale si è sbarazzato dell’israeliano Dudi Sela in appena 89 minuti con il punteggio di 6-2 6-4 6-1.

Gli altri match.
Victoria Azarenka (Bie, 8) – Nadia Petrova (Rus, 10) 7-6 (7-5), 2-6, 6-3
Sabine Lisicki (Ger) – Caroline Wozniacki (Dan, 9) 6-4, 6-4;
Agnieszka Radwanska (Pol, 11) – Melanie Oudin (Usa) 6-4, 7-5

I commenti sono chiusi.