Seabourn Quest la nave da crociera per super ricchi

E’ l’ultima frontiera del lusso, una nave da crociera per quattrocento passeggeri in giro per i mari del mondo, piccola nelle dimensioni, ma unica negli arredi, nella qualità del servizio offerto e, ovviamente, nel costo che viaggia attorno ai mille dollari al giorno. E’ La Seabourn Quest, costruita a Genova dai cantieri Mariotti e appena consegnata all’armatore, la Seabourn, uno dei marchi dell’americana Carnival Corporation, il leader mondiale nel settore delle navi da crociera, proprietaria fra l’altro anche di Costa. Trentaduemila tonnellate di stazza lorda, 198 metri di lunghezza distribuita su undici ponti, la Seabourn Quest ha soltanto suite con balconi privati, 225 in tutto, per ospitare fino a un massimo di 462 passeggeri. Per loro, a disposizione giorno e notte un equipaggio di 338 persone. A bordo, allestimenti extralusso e materiali esclusivi, dal teak al marmo italiano, fino all’alabastro. E poi quattro ristoranti, sei bar, 3 boutiques con tutte le griffe più ricercate, otto piscine (fra cui sei jacuzzi), due palestre e ancora salone di bellezza, business center, libreria, casinò, lavanderia, area massaggi e solarium. Particolarmente spinta anche l’offerta hi tech, grazie a ottanta cholometri di cavi di automazione installati, poco meno di quelli montati su una nave da crociera da 110mila tonnellate di stazza. La nave resterà in estate nel Mediterraneo e nell’Egeo, poi proseguirà con le sue crociere esclusive nel Nord Europa, fino a spostarsi in autunno nei Caraibi e da qui, in inverno, partire per un giro del mondo lungo 109 giorni (fotoservizio di Andrea Leoni)

da repubblica.it

I commenti sono chiusi.