Slalom Gigante femminile vince la Rebensurg italiane non pervenute

rebensburg Oro alla Rebensburg: trocollo Italia

Medaglia d’oro alla 20enne tedesca, che si mette dietro la slovena Tina Maze e l’austrica Elisabeth Goergl. Malissimo le italiane: la “migliore” è Manuela Moelgg, 17esima…

Il tempo è stato clemente e finalmente la seconda manche dello slalom gigante femminile ha potuto svolgersi regolarmente.
Il podio è una novità, ma d’altronde – dopo l’uscita di scena della Vonn già in occasione della prima manche – c’era da aspettarselo. A mettersi al collo la medaglia del medallo più prezioso è una straordinaria Viktoria Rebensburg. La sciatrice tedesca, 21 anni il prossimo 4 ottobre e che è ancora alla ricerca della prima gioia in Coppa del Mondo, si toglie l’incredibile soddisfazione di vincere lo slalom gigante olimpico grazie a una seconda manche da brividi.
Alle sue spalle, staccata di appena 4 centesimi di secondo, si piazza la slovena Tina Maze che conquista una meritatissima medaglia d’argento. Completa il podio, e si veste di bronzo, l’austriaca Elisabeth Goergl. Accarezza il sogno di un insperato recupero Julia Mancuso, che doveva il 18esimo posto della prima manche, ma che alla fine chiude con l’ottavo posto complessivo a 55 centesimi dalla Rebensburg.
Male le italiane: il miglior risultato è il 17esimo posto di Manuela Moelgg, lontanissima dalla zona medaglie. Peggio di lei fanno Federica Brignone, 18esima, 20esima Nicole Gius e 23 Denise Karbon.
Andrea Tabacco da  Eurosport

I commenti sono chiusi.