Slovenia Italia 0 a 1 gol di Tiago Motta video

Qualificazioni Euro 2012 – L’Italia si merita una A! A Lubiana decide Motta

L’Italia batte la Slovenia 1-0 e consolida il primato nel gruppo C di qualificazione a Euro 2012: a Lubiana decide un sinistro di Thiago Motta al minuto 73

L’Italia cercava l’intesa e l’equilibrio che servono per fare bene adesso ma soprattutto in futuro: missione compiuta, almeno per quello che si è visto a Lubiana contro la Slovenia. Gli azzurri giocano una gara ordinata, contro una formazione, quella di Kek, assolutamente da non sottovalutare, e al momento opportuno trovano anche il gol della vittoria. Lo segna Thiago Motta, l’italo-brasiliano, che al 73’ batte Handanovic, fino a quel momento insuperabile, con un gran sinistro da dieci metri. Prima un’occasione per Montolivo, un palo di Pazzini, e una traversa slovena con Ljubijankic. 1-0. L’Italia guadagna tre punti importanti, si porta a quota 13 in classifica e consolida il primato nel girone C. Tutto quello che serve in questo momento. Prandelli può sorridere, la sua Italia sta crescendo.
PRIMO TEMPO: PALO DI PAZZINI – Squadre corte all’inizio della partita: la Slovenia schiera quattro centrocampisti “distruttivi”, contro il reparto a tre degli azzurri. Anche i nostri però sono bravi, fin da subito, a recuperare palloni importanti e a ripartire. All’8’ ecco la prima chance della partita: capita sul destro di Montolivo, bravo a cercare l’angolino basso, ma Handanovic ci arriva a mano aperta. Birsa (numero 10 dell’Auxerre, futuro genoano?) e Kirm sugli esterni danno del filo da torcere a Balzaretti e Maggio, la Slovenia aumenta la pressione ma riesce a collezionare solo qualche calcio d’angolo. E’ l’Italia la squadra più pericolosa: al 23’ Pazzini ruba palla in area, e all’improvviso fa partire un gran destro che si stampa sul palo esterno, ad Handanovic immobile. Tre minuti dopo Buffon compie la prima parata, mettendo in corner un tentativo di Koren con il destro. L’Italia quando attacca fa paura agli sloveni: un paio di belle triangolazioni fanno arretrare i nostri avversari ma Pazzini non concretizza delle belle iniziative corali. Il primo tempo va in archivio sullo 0-0.

SECONDO TEMPO: PALO SLOVENO, POI CI PENSA MOTTA – Nella ripresa, la partita fatica a decollare: le squadre in campo non sembrano volersi far male più di tanto. Al 52’ l’Italia risveglia l’interesse del pubblico di Lubiana con un paio di minuti di fuoco: Handanovic diventa protagonista con tre interventi fantastici su Mauri, Cassano e Aquilani. Il ct sloveno Kek vede i suoi in difficoltà e decide di inserire Ljubijankič: il nuovo entrato ripaga la fiducia con un destro poderoso che si schianta sulla traversa di Buffon. L’Italia barcolla per qualche minuto, ma poi riprende l’assetto giusto. Al 63’ Prandelli fa respirare Mauri, che ha lavorato tanto tra le linee, e mette dentro Nocerino per dare fiato al centrocampo. Il cambio però abbassa un po’ il livello qualitativo delle giocate dei nostri e la partita si assopisce piano piano. Ci pensa Thiago Motta a ravvivarla: è suo il sinistro che sblocca il risultato al 73’: bella combinazione tra Cassano e Balzaretti, che tocca dietro per Motta. L’interista fa partire un gran sinistro dall’interno dell’area di rigore slovena, su cui Handanovic stavolta non può nulla. Il vantaggio da’ ulteriore tranquillità agli azzurri: entra anche Rossi (per Cassano), e l’Italia si schiera con un 4-4-2 puro. La Slovenia, con un Ilicic (inspiegabilmente in panca all’inizio) in più, aumenta la pressione, ma gli azzurri non si scompongono più di tanto. L’1-0 regge sino alla fine. Per la gioia di Prandelli e i suoi.

Davide Bighiani da  Eurosport

I commenti sono chiusi.