Stefano d’orazio lascia i Pooh

stefano-dorazioSTEFANO D’ORAZIO LASCIA
I POOH NON SONO PIÙ 4

Dopo 38 anni il batterista Stefano D’Orazio lascia i Pooh. Lo rende noto l’ufficio stampa del gruppo precisando che prima però l’artista parteciperà ad un ultimo tour con i suoi compagni, in calendario dal 24 luglio. D’Orazio firma con il resto della band (Dodi Battaglia, Red Canzian e Roby Facchinetti) anche il nuovo disco in uscita l’8 maggio.

ADDIO TRANQUILLO Quello di Stefano D’Orazio è un addio sereno, lontano dalle clamorose rotture tipiche delle band di successo del rock e del pop, ma in perfetto stile Pooh. D’Orazio faceva parte della band dai primi anni ’70 quando aveva sostituito alla batteria Valerio Negrini, fondatore, paroliere e poi quinto componente occulto del gruppo. Aveva già una buona fama nella scena romana dove si era fatto conoscere con i Naufraghi. Romano, simpatico, storico organizzatore di feste di Capodanno, Stefano D’Orazio ha vissuto la stagione d’oro dei Pooh accompagnando l’evoluzione da band pop in una vera propria azienda. Chi conosce la storia dei Pooh sa che Dodi Battaglia, Red Canzian e Robi Facchinetti si sono equamente divisi i compiti nella produzione, nella composizione, nella gestione aziendale e nelle pubbliche relazioni. A D’Orazio è stato affidato il compito del marketing e della promozione. Come batterista sarà ricordato tra l’altro per i set spettacolari con doppia cassa, un gran numero di tom e di piatti, un modo di stare sul palco diventato proverbiale è uno degli elementi tipici dei concerti dei Pooh. La band di Piccola Ketty, Pensiero, Tanta voglia di lei e Chi fermerà la musica, rimane un fenomeno a parte nella canzone italiana, uno dei pochi casi di gruppo che ha saputo mantenere invariato il successo in 40 anni di carriera, mantenendo sempre molto stretto il rapporto con i fan e un posto di primo piano nella classifica di vendita. Una formula che concilia l’abilità vocale dei quattro con una tipica cantabilità italiana e suoni e produzioni figlie dell’epoca d’oro del Progressive, la stagione in cui le tastiere, gli arrangiamenti di matrice classica, gli effetti speciali e i mega allestimenti sono diventati un classico dei concerti dal vivo. Di questa avventura Stefano D’Orazio è la memoria storica, l’uomo a cui sono affidati i ricordi della band anche in chiave ironica. La sua decisione di lasciare la band è maturata nel tempo e viene gestita senza spigoli e strascichi e tanto che è già pronto un nuovo album e il tour in cui il batterista romano saluterà il suo pubblico e la professione di musicista in tournee, portandosi dietro un numero di concerti, produzioni ed eventi che hanno pochi confronti tra i colleghi italiani. Oltre ai tanti successi, ai concerti in tutto il mondo, D’Orazio ha in bacheca anche una vittoria al Festival di Sanremo con Uomini soli, quando, come racconta lui stesso, nel timore che venissero usate basi pre-registrate all’epoca vietate dal regolamento, furono perquisite le tastiere dei Pooh.

Da Leggo.it

33 comments

  1. Chiara

    ho saputo questa notizia quando ero in viaggio….mi sono messa a piangere….cioè il mio gruppo si divide…..da quando sono nata che ascolto i pooh …I 4 POOH stefano,red,dody e roby……PECCATO…….

  2. ALIDA

    eeeeeeeeeeeeeh!!!! evvivaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!:D:D:D:D:D KE BELLOOO FESTEGGIAMO!!!!

  3. Aldo

    Soltanto i tipi “mongoloidi” (tutto il rispetto) come Alida fanno simili commenti.
    Ma va a cac……..

  4. tonello

    tonello da sassari.
    vi seguo da quando avevo 17 anni, proprio quando a causa di un incidente stradale persi un braccio ,
    ora ne ho 46. suonavo la chitarra poi con un solo braccio è impossibile poterlsa suonare e nutrivo una grande invidia per dodi, poi il 04/09/1981 vidi un vostro concerto a porto torres e da allora ho deciso di ricominciare con la musica. ho conosciuto un proffessore di pianoforete vche mi insegnò a suonare le tastiere con una sola mano, ma ho imparato tanto da voi sopratutto da roby, ma dopo questa notizia mi è passata la voglia di suonare, stefano mi auguro che pensi bene della tua decisione perchè una sostituzione non sarebbe la stessa cosa i pooh siete voi ridai un senso supratutto per chi come me vi segue e suona le vostre canzoni da parecchi anni.

  5. francesco c

    Invito Stefanoa rivedere la carriera di riccardo Fogli dopo l’uscita del gruppo. Con la differenza che sono passati 36 anni. Stefano lascia i Pooh restano.

  6. Daniele

    Non ci vedo nulla di clamoroso, i Pooh (soprattutto i primi anni) hanno cambiato spesso formazione; l’anomalia è stata quella di avere gli stessi componemnti per 36 anni.

  7. ale pooh 4ever

    stefano resta ti prego!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! sei importantissimo per il gruppo…………………ale………

  8. Alessandra

    Sono la storia della musica italiana, i più grandi successi li hanno conquistati loro.. ed è una grande perdita. Soprattutto se il gruppo dovesse decidere di lasciare 🙁
    Mi dispiace, ho tutti i loro album a casa 🙁

  9. emanuela

    Sono cresciuta con loro avevo ben 12 anni,oltre che la loro musica che ascoltavo, ritagliavo dai giornali tutto quello che li riguardava. Il tempo passa per tutti!!!! sono andata in diversi loro concerti a Torino l’ultimo l’anno scorso il 10 maggio, spero anche di riuscire a vedere quello di quest’anno il quale Stefano darà l’ultimo saluto ai suoi FANS, dopodichè, riusciremo a seguirlo in qualche altra sua impresa, più tranquilla e meno zingara….
    Mi dispiace lo ammetto, sono la storia della musica italiana,ma rimaranno AMICI X SEMPRE per tutto il loro pubblico (di sempre )

  10. kiko verga

    Io penso che non era il momento di buttare il carro in cielo, dovevano finire insieme tra dieci o venti anni, io ho scritto questo messaggio anche a Dody e a Roby, tutti siamo stanchi del proprio lavoro, io suono la batteria da quando avevo otto anni e pagherei oro colato, per avere una carriera come la sua, non si può pagare oro colato per non avere una carriera, noi piccoli facciamo scintille per avere un posto nella musica, continuiamo a farlo senza essere nessuno, rispetto la scelta ma non approvo.

  11. Max

    Ragazzi ok, stefano, lascia il gruppo sono anche io un grande fan dei pooh, però provate a mettervi per un istante nei suoi panni guardate che 38 anni non sono pochi, cmq sia anche se stefano va via, la loro musica resta per l`eternità e poi hai visto mai che dopo il tuor estivo con tutto il colore dei fans che si ritrova ci ripensa (mai dire mai) e valerio negrini???

  12. byte

    Stefano va via dai Pooh,è penso che faccia bene,,era piu’ pericoloso che andasse via Dody,,
    Stefano oltre ad essere un pò antipatico,,,come batterista non e dei migliori,a 38 anni che esegue duine,,tutti e 4 nell’album Boomerang anno realiazzato arrangiamenti eccezionali sui brani,,,ma da quell’album in poi hanno sempre eseguito un lineare e banale commerciale,,,
    speriamo che il nuovo batterista dia piu stimoli al gruppo per portare una ventata di innovazioni musicali…..

  13. Tino

    Roby Dody Red, ( ) vi prego altri 50 anni ancora, e poi siete libberi per la penzione ok

    NON SMETTETE

    VI PROGO:

  14. Tino

    Roby Dody Red, ( ) vi prego altri 50 anni ancora, e poi siete libberi per la penzione ok

    NON SMETTETE

    VI PREGO:

  15. Luca ZINI

    Anche se “noi piccoli facciamo scintille per avere un posto nella musica” le persone devono essere libere di scegliere. Evidentemente Stefano non si sente più al suo posto ed è giusto lasciarlo cambiare. Una cosa è certa, ho cominciato a scuonare “il tamburo” con lui, il mio set è uguale al suo e possiedo una batteria per ogni progetto discografico fatto con il mio gruppo. Se avrà la possibilità di leggermi Stefano smetterà si di fare il Pooh, ma ha lasciato un segno indelebile in quanti come me lo hanno apprezzato per il suo straordinario modo di essere ARTISTA.

  16. sara

    ciao carissimo stefano scusa se ti del tu ma sai x me ragazza di 25 anni è più ke normale darti del tu e sentire ke tu lascierai i pooh mi piange il cuore le vostre canzoni spero ke continuino ad emozionarmi ed a farmi riflettere nei momenti difficili.Perciò ti chiedo di rimanere nel gruppo e di continuare cosi. ciao un grosso ABBRACCIO SARA 84.

  17. sara

    ciao mi chiamo sara ,ho 30 anni e sono di livorno,quando ho sentitito la notizia di stefano d’orazio ci sono rimasta male,stefano resta.sara

  18. patrizia

    quando ho sentito la notizia non volevo crederci.mi si e’ spezzato il cuore,il mio stefano non ci sara’ piu’ su quei palchi ,non si vedranno piu’ quei ricci bagnati di sudore,non sentiro’ piu’ quella voce calda.i pooh,i nostri pooh,che mi hanno accompagnato per 30 anni.avevo 12 anni quando ho sentito il primo disco e da allora sono entrati nel mio cuore.ogni volta che mi succedeva QUALCOSA LORO ERANO LI’ A FARMI COMPAGNIA CON LA LORO MUSICA.MI SENTO TRISTE PERCHE’RIMARRO’SOLA.STEFANO MI MANCHERAI TANTO.

  19. patrizia

    PER ALIDA:
    ALDO HA RAGIONE…….ALIDA VAI A C…….,NON CAPISCI NIENTE.

  20. patrizia

    I POOH SONO UN PEZZO DI STORIA DELLA MUSICA E SE METTONO UN ALTRO BATTERISTA NON SARA’ LA STESSA COSA.PER NOI VERI FANS DEI POOH ,I POOH SONO QUATTRO : ROBY,DODY,RED E STEFANO.

  21. lanudaverità

    bravo stefano,sei un genio.
    adesso puoi goderti per bene i soldi che hai accumulato non sapendo assolutamente suonare la batteria.

  22. claudio

    Stefano sei una delle quattro colonne portanti di questo gruppo, ripensaci, al piu’ presto avrai il rimpianto di aver lasciato questo meraviglioso gruppo. Viva i Pooh

  23. sara

    Stefano sono una ragazza ed io credo ke tu non debba lasciare i POOH xkè diciamo che sei tu il BATTERISTA e non ne varrebbe la pena xkè chi dovrebbe venire dopo di te???
    Tu sei una persona importantissima e avrai un rimorso grandissimo dentro di te.

    FIDATI NON LASCIARLI e solo dopo 38 anni di carriera vuoi mollarli non pensarci nemmeno finchè durerai e manterrai duro i POOH saranno INEGUALIABILI

    un bacio sara

  24. carmelo

    visto che avete scritto amici x sempre nn potete separarvi…
    nn fatelo ve ne prego
    forza juve
    e viva la figa

  25. Franco

    Stefano cercava l’agenda vuota?
    Ma se adesso sta sempre in TV a non se sa a che ffà!
    Ma non dovevi andare a relegarti a Pantelleria insieme alla tua compagna (brtuutta da paura)?
    Non si fa così!
    Truffa.

  26. Barbara

    A francoooo ma l’hai vista bene la compagna di D’Orazio??? beh… tutto si può dire meno che è brutta!!! anzi a dire il vero io da donna, e sono molto obiettiva (al contrario di tante invidiose e brutte vere!!), l’ho vista da vicino e ti garantisco che oltre ad essere una bellissima donna è anche molto gentile e simpatica e anche molto umile….Io poi faccio parte di quella schiera di persone che vogliono vedere SDO sempre e comunuqe al di là dei pooh…è un grande!!!

  27. guido

    Confermo Barbara…. hai ragione è bellissima… non ha nulla di rifatto al contrario di tante donne alla sua età… ed è davvero una bella persona, io le ho scritto su FB un pò di tempo fa per una piccola cortesia ed è stata davvero molto disponibile, cosa che non è accaduta con altre persone (non faccio nomi!!).. quante cattiverie … la gente proprio non si regola!!!

  28. pentothal

    Se va via Stefano D’Orazio mi chiedo chi farà più i controcanti da voce bianca nei pezzi dei POOH dal vivo.

  29. pentothal

    La vera fidanzata di SDO è Manuel Frattini. Informatevi meglio.

  30. kikoverga

    Stefano D’orazio è un grande show men io ho imparato molto da lui…. non volevo contestare la sua scelta, ognuno di noi ringraziando Dio siamo liberi di fare e di andare dove si vuole….ero solo addolorato….per non avere più la certezza di vederlo ancora li “sopra” basta guardare la bellezza delle sue batterie e la postura della stessa per capire che è un grande ed unico ….. kikoverga