Stramilano 40 anni ma lite tra Comune E Regione

Stramilano chiama e la città risponde con 50.000 partecipanti. Tanti erano questa mattina alle 9 in piazza Duomo alla partenza della corsa più amata dai milanesi, un emozionante serpentone di gente e palloncini rossi che, al colpo di cannone sparato dal sindaco Letizia Moratti insieme con gli ufficiali dell’Esercito – presenti anche 600 militari Nato italiani e stranieri -, ha invaso corso Vittorio Emanuele per più di venti minuti.

”Oggi festeggiamo quaranta anni di una grandissima manifestazione con una partecipazione straordinaria, che ha superato anche le aspettative degli organizzatori”, ha detto il sindaco Letizia Moratti, dando il via alla Stramilano. ”Gli oltre 50.000 partecipanti che sono appena partiti da piazza Duomo rappresentano il cuore di questa corsa nata dalla passione di pochi e divenuta nel tempo un simbolo della nostra citta’ e del suo amore per lo sport”.

La Moratti ha salutato dal palco il passaggio dei 50.000 e alle 9.30 ha dato il via anche alla Stramilanina, la corsa di cinque chilometri dedicata ai più piccoli, cui hanno partecipato migliaia di bambini. ”Siamo orgogliosi della nostra Stramilano -ha aggiunto il sindaco- è la corsa più famosa d’Italia, diventata ormai un punto di riferimento nazionale per tantissimi corridori”.

Ed è tempo record per il running team della Regione Lombardia guidato dal presidente Roberto Formigoni. Il gruppo, compatto, ha prevalso sulle delegazioni delle altre istituzioni: venti runners alla partenza (ore 9) all’inizio di corso Vittorio Emanuele, venti runners all’arrivo all’arena civica. Tempo segnato, sulla distanza di 10 chilometri, 50 minuti e 50 secondi. Presenti, oltre a dirigenti e funzionari, i consiglieri Stefano Carugo, Carlo Saffioti, Doriano Riparbelli e l’ex consigliera Sveva Dalmasso.

“Ho stracciato il mio tempo personale -ha detto Formigoni arrivato al traguardo alle ore 9 e 50- abbassando ulteriormente il mio tempo sui 10 chilometri. Avevo detto, alla presentazione della Stramilano, che avrei corso sotto i 53: ho largamente mantenuto l’impegno. Il tempo ha aiutato: non faceva caldo, non c’era il sole e non pioveva”. Record, dunque, di Formigoni che batte il cronometro: se l’anno scorso aveva percorso la Stramilano in 55 minuti e 45 secondi, oggi è riuscito a scendere di quasi 4 minuti.

Meglio di lui ha però fatto Alan Rizzi, assessore allo Sport e Tempo libero del Comune di Milano, che ha deciso di correre con la maglia dell’Esercito al fianco di 1.300 militari. Obiettivo centrato. Con il tempo di 46 minuti netti ha tagliato il traguardo con 4 minuti di vantaggio su Formigoni. ”Un risultato fantastico, è stata dura ma sono felicissimo. Finalmente il Comune ha tagliato il traguardo all’Arena Civica prima della Regione”, ha commentato l’assessore Rizzi al termine della gara.

I commenti sono chiusi.