Superbike SBK 2013 classifica prima di Silverstone

ducati checa sbk 2013 Il Campionato Mondiale eni FIM Superbike torna in pista per il nono round della stagione, in programma questo fine settimana a Silverstone, con il pensiero rivolto alla scomparsa di Andrea Antonelli nell’ultima giornata di gare a Mosca.

Come nel 2010, anno di rientro del circuito nel calendario iridato, la competizione utilizzerà il vecchio paddock, con rettilineo d’arrivo posto tra le curve “Woodcote” e “Copse”. Dopo la difficile trasferta moscovita, caratterizzata dai problemi tecnici occorsi nella Tissot-Superpole ed al quarto giro dell’unica gara disputata, Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), fresco di rinnovo con il costruttore di Akashi per il 2014, si ritrova secondo in classifica a quattro punti di distanza dal leader Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team). Il francese, autore di una gara fantastica, corsa sul dolore derivante dalla clavicola lussata in allenamento, ha tenuto alta la bandiera del team ufficiale di Noale, dopo l’uscita di scena del compagno di squadra Eugene Laverty, scivolato nel corso del sedicesimo giro.

Guintoli è l’ultimo vincitore in ordine di tempo a Silverstone, dopo un’ottima performance su pista bagnata in gara 2 lo scorso anno, aiutato dal connazionale Loris Baz, scivolato proprio mentre era in testa, poco prima che la corsa venisse sospesa. Il giovane francese del Kawasaki Racing Team aveva ottenuto in gara 1 il suo primo successo in WSBK, precedendo sul traguardo Michel Fabrizio (Red Devils Roma Aprilia) ed Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare), allora compagni di squadra, su BMW.

Reduce dalla tredicesima vittoria in carriera WSBK, ottenuta al Moscow Raceway, Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet) ha portato il suo distacco dal vertice della classifica da 53 a 32 punti, rinvigorendo così le sue speranze di Titolo Mondiale. Il pilota italiano – così come il compagno Chaz Davies – dovrà mantenere alta la concentrazione, dopo il recente annuncio di BMW riguardante i futuri piani dell’azienda nella competizione.

Nonostante la sfortunata uscita di scena del suo team alla 8 Ore, causata dalla caduta del compagno di squadra Ryuichi Kiyonari, Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) ha dimostrato tutto il suo valore a Suzuka (dove aveva vinto lo scorso anno) ed ora punta a tornare sul podio del Mondiale Superbike, sulla pista che lo vide due volte secondo in gara nel 2010 (dietro a Cal Crutchlow). Leon Haslam, uscito invece vincitore dalla gara giapponese di durata, proverà a risollevare le sorti di una stagione finora molto difficile.

Ancora alla ricerca del primo podio stagionale, Carlos Checa (Team Ducati Alstare) fu autore nel 2011 a Silverstone di una doppietta, che mise una seria ipoteca sul Titolo Mondiale matematicamente conquistato al penultimo round. Leon Camier e Jules Cluzel sperano di ottenere il primo piazzamento nella top-3 in stagione proprio nel round di casa del Team FIXI Crescent Suzuki.

Classifica provvisoria (dopo 8 di 15 round)*: 1. Guintoli 239; 2. Sykes 235; 3. Melandri 207; 4. Laverty 190; 5. Davies 174; 6. Baz 144; 7. Rea 138; 8. Fabrizio 131; 9. Giugliano 99; 10. Camier 87; 11. Cluzel 83; 12. Badovini 75; 13. Neukirchner 69; 14. Checa 59; 15. Haslam 42; 16. Sandi 33; 17. Clementi 18; 18. Iannuzzo 15; 19. Canepa 11; 20. Lundh 10; 21. Lai 8; 22. Allerton 6; 23. Stauffer 4; 24. Akiyoshi 2; 25. Haga 2; 26. Aitchison 2. Costruttori: 1. Aprilia 300; 2. Kawasaki 267; 3. BMW 262; 4. Honda 151; 5. Suzuki 129; 6. Ducati 112.

I commenti sono chiusi.