Susan Boyle in ospedale

la cantante scozzese era favoritissima ma e’ stata battuta da un gruppo di street dancing
Londra: la Boyle sconfitta ha una crisi di nervi e viene ricoverata in clinica
La bruttina dalla voce d’angelo, solo seconda nell’X-factor britannico, ha avuto un crollo emotivo

susan-boyleLONDRA (GRAN BRETAGNA) – Si dice che il successo dia alla testa. Ma a volte anche l’insuccesso può procurare qualche problema. Susan Boyle, la bruttina con la voce d’angelo arrivata a sorpresa solo seconda nella finale del famoso programma tv “Britain’s Got Talent” , l’equivalente del nostro X-Factor, (guarda il video) è stata ricoverata in una clinica privata per una crisi di nervi.

Trasandata e non esattamente una bellezza dai canoni classici, Boyle si è imposta quando ha fatto il suo debutto lo scorso aprile, cantando il suo cavallo di battaglia “I Dreamed a Dream” dal musical “Les Miserables”.

PRESSIONE EMOTIVA – Sabato sera Boyle, 48 anni, ha ottenuto un vasto sostegno battendo così nove altri finalisti dopo che il video del suo debutto canoro è stato scaricato circa 200 milioni di volte. ma non le è bastato per ottenere la vittoria finale andata al gruppo di street dancing «Diversity».

Secondo il quotidiano britannico Sun, la donna domenica è stata vittima di un «crollo emotivo» nella sua stanza di albergo a Londra. Un portavoce della polizia ha confermato che alcuni funzionari sono stati chiamati nell’hotel londinese «e che i medici hanno curato una donna secondo quanto previsto dal protocollo di disordine mentale.

La donna si è lasciata portare volontariamente in clinica con una ambulanza e la polizia ha scortato l’ambulanza su richiesta dei medici», ha precisato il portavoce. Nonostante le aspettative che Boyle possa fare fortuna grazie al suo talento e alla fama di cui gode, gli organizzatori del programma tv sono preoccupati perché temono che la donna non riesca e gestire la pressione emotiva.

da IL CORRIERE DELLA STAMPA

I commenti sono chiusi.