Taglia ali a pappagallino per chiedere elemosina, 56enne rischia 18 mesi di carcere

Taglia le ali al pappagallo e chiede elemosina: uomo rischia 18 mesi di carcere

Aveva tagliato le ali al pappagallo con cui chiedeva l’elemosina. Un po’ per non farlo volare via e un po’, forse, per impietosire i passanti. Protagonista dell’amara vicenda è un homeless originario di Napoli. L’uomo è stato denunciato e rischia circa un anno e mezzo di carcere per maltrattamento e accattonaggio con sfruttamento di animali.

Il 56enne clochard, A. V., era solito chiedere la carità lungo le vie del mercato domenicale di Porta Portese, a Roma. Posizionava il piccolo e mutilato pappagallo su uno scrigno e, cercando di impressionare le persone grazie alle condizioni dell’animale, chiedeva spiccioli ai passanti. Ma qualcuno di questi non dove aver digerito la scena e deve essersi dato da fare perché la scena stessa non si ripetesse più.

La sede romana dell’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) ha infatti ricevuto diverse segnalazioni. Sulla base di queste le Guardie Zoofile sono intervenute, hanno rintracciato il clochard e lo hanno denunciato. In primo luogo l’accusa è stata quella di accattonaggio con sfruttamento di animali, un malcostume vietato dal regolamento del Comune di Roma (grazie a una norma a tutela degli animali approvata nel 2005). Ma poi, dopo che le guardie hanno sequestrato l’animale e lo hanno fatto visitare da un medico veterinario, l’uomo è stato anche denunciato per un reato più grave, quello di maltrattamento di animali. I veterinari hanno infatti scoperto che l’homeless aveva reciso alcune parti dell’ala del piccolo pappagallo ondulato per impedirgli, molto probabilmente, di volare via.

Il clochard adesso rischia fino a 18 mesi di reclusione, dal momento che giusto un anno fa le leggi in materia di maltrattamenti nei confronti degli animali si son fatte decisamente più aspre.

Per il piccolo e sventurato uccello adesso si prefigura un più sereno futuro all’interno delle stanze dell’Enpa, che lo ha preso in custodia.

Gianluca Bartalucci

da NEWNOTIZIE.IT

I commenti sono chiusi.