Tania Cagnotto incidente in motorino si frattura mano mondiali Shanghai a rischio

Scontro in motorino, Tania Cagnotto
si frattura una mano: rischia i Mondiali

ROMA – Un incidente con il motorino costerà il Mondiale a Tania Cagnotto. Ieri a Bolzano, dove vive e dove in questi giorni è in raduno con la nazionale, la tuffatrice azzurra si è fratturata lo scafoide della mano sinistra. Tania stava raggiungendo la piscina con il suo motorino quando, a trecento metri dall’impianto, pur passando con il semaforo verde, è stata colpita da un’automobile.

Lei, così scrupolosa tanto che nel 2009 era stata scelta dal ministero dei Trasporti per uno spot sulla sicurezza stradale, è stata beffata dalla strada. «Faccio acrobazie, mai quando guido», diceva allora Tania e pur non facendole con il suo motorino, l’azzurra si è ritrovata vittima. La caduta le ha procurato la frattura alla mano sinistra – le cui conseguenze verranno valutate meglio oggi sempre a Bolzano – e un profondo taglio sotto la rotula della gamba destra.

Il dottor Marco Bonifazi, coordinatore tecnico della nazionale, spiegando le conseguenze dell’incidente, ha chiarito di non escludere un’operazione alla mano per la Cagnotto. «In ogni caso – ha spiegato Bonifazi – i tempi di recupero dell’atleta sono, indicativamente, nell’ordine dei 45-60 giorni». Tania adesso, operata o no, avrà la mano immobilizzata e non potrà allenarsi. Il Mondiale di luglio a Shanghai diventa assai complicato. Un peccato non solo per la gara del trampolino individuale ma anche per quella sincro in coppia con Francesca Dallapè.

Quest’anno la Cagnotto, che ha appena compiuto 26 anni, è stata due mesi a Sydney per allenarsi e preparare Shanghai, ha conquistato tre medaglie agli Europei di Torino nel mese di marzo: l’oro dal trampolino 1 metro e l’oro nel sincro 3 metri (con Dallapè) e il bronzo nel trampolino 3 metri. Lei, figlia d’arte – il papà è Giorgio Cagnotto e la mamma è Carmen Casteiner, campionessa negli anni Settanta – è stata la prima tuffatrice italiana a vincere una medaglia ai Mondiali con il bronzo a Montreal 2005 nel trampolino 3 metri. La scorsa estate, agi europei di Budapest, Tania è stata prima nel trampolino da 1 metro e, sempre con la Dallapè, nella gara sincro da 3 metri.
di Carlo Santi da ilmessaggero.it

I commenti sono chiusi.