Terracina la morte di Giulio Cesare Mellony 62 anni nell’incendio del suo appartamento ancora grave la mamma Anna Fontana di 82 anni

vigili-del-fuoco2Incendio mortale a Terracina, l’addio a Giulio Mellony

Non un funerale vero e proprio, piuttosto una solenne benedizione ai resti di Giulio Cesare Mellony, il 62enne di Terracina morto nell’incendio che ieri pomeriggio è scoppiato nella sua stanza da letto, nel grande appartamento di via Roma dove viveva con l’anziana madre, l’82enne Anna Fontana.

La funzione era prevista per oggi pomeriggio in forma strettamente privata nel cimitero di via Anxur.

Sul cadavere del 62enne è stato praticamente impossibile effettuare qualsiasi tipo di esame necroscopico, viste le condizioni in cui è stato ritrovato.

A questo punto si può dire che le indagini siano praticamente concluse. Il sopralluogo degli agenti della Scientifica, dei vigili del fuoco della squadra 3A intervenuta a domare il rogo e dei i colleghi specializzati del Siap (Squadra investigativa antincendio provinciale) è andato avanti fino alla tarda serata di ieri nel grande appartamento al primo piano del palazzo dove un tempo sorgeva il cinema Fontana, che qualche anno fa ha lasciato il posto a dei negozi.

Si attendono i risultati dei vari sopralluoghi tecnici, ma molto probabilmente il fuoco sarebbe partito da una sigaretta accesa. Forse un colpo di sonno da parte di Giulio Cesare Mellony, forse una fatale, anzi, mortale distrazione.

Restano, invece, stazionarie le condizioni dell’anziana madre, ritrovata priva di sensi nella sua camera da letto, soccorsa sul posto dai sanitari del 118 e poi subito trasportata al ‘Fiorini’ dove resta ricoverata.

Rita Recchia da h24notizie.com

I commenti sono chiusi.