Torino Agostino Castagnola si impicca in cella un mese fa aveva ucciso la moglie

TORINO, SI IMPICCA IN CELLA.
UCCISE MOGLIE A OTTOBRE

TORINO – Il suo corpo è stato ritrovato nella sua cella poco prima delle 15 dagli agenti della polizia penitenziaria. Un altro caso di suicidio in carcere. È avvenuto oggi a Torino. Il detenuto era Agostino Castagnola, qurantacinquenne chiuso in carcere da quando, nell’ottobre 2010, aveva ucciso la moglie nella loro casa nell’alessandrino. L’uomo ha deciso di togliersi la vita stringendosi un laccio intorno al collo. Era . A renderlo noto è il segretario generale dell’Osapp, organizzazione sindacale autonoma di polizia penitenziaria, Leo Beneduci che sottolinea che si tratta del 25esimo suicidio in carcere in Italia dall’inizio dell’anno e del terzo a Torino in poche settimane. «La strage continua -dice Beneduci- e la polizia penitenziaria è sempre più abbandonata al suo destino e a prendere atto del disastro delle carceri italiane. È evidente che l’unica soluzione -spiega- è incrementare da subito l’organico della polizia penitenziaria con un provvedimento straordinario e immediato, quello che il ministro Alfano promette e non mantiene dall’inizio della legislatura».

da leggo.it

I commenti sono chiusi.