Torino benzinaio picchiato e derubato da due giovani per pagarsi la droga del sabato sera video

Rapinano benzinaio, ‘non avevamo soldi per sballo’
Due giovani incensurati di Pomaretto, arrestati ai Murazzi

Hanno rapinato il gestore di un distributore di carburante perche’ non avevano soldi a sufficienza per acquistare la droga per lo sballo del sabato sera: riconosciuti dai carabinieri, grazie ai filmati dell’impianto di sorveglianza della stazione di servizio, due giovani sono stati arrestati. Troppo tardi, pero’, per recuperare il denaro rubato, che avevano gia’ speso per comperare hashish ed ecstasy.

I due giovani hanno 27 e 29 anni, sono entrambi incensurati e residenti a Pomaretto (Torino). Sabato sera si stavano recando a Torino per divertirsi nella zona dei Murazzi e, secondo quanto hanno raccontato dopo l’arresto, si erano accorti di avere pochi soldi per l’acquisto della droga. Cosi’ si sono fermati in una stazione di servizio a Piscina (Torino), sull’autostrada Torino-Pinerolo, e hanno aggredito il gestore con calci e pugni portandogli via il portafoglio contenente 800 euro.

I carabinieri della compagnia di Pinerolo (Torino) li hanno identificati dopo avere visto i filmati, nonostante la targa della loro auto fosse stata parzialmente camuffata, e li hanno arrestati durante la stessa notte proprio ai Murazzi. I due, che lavorano come muratori e hanno uno stipendio regolare, hanno immediatamente confessato. Il benzinaio ha inizialmente accusato problemi al campo visivo, ma poi se l’e’ cavata con tre giorni di prognosi per ferite ed escoriazioni.

da ANSA.IT

I commenti sono chiusi.