Trovato morto Pellegrino Leo 35 anni di Sant’Angelo a Scala scomparso dall’11 aprile scorso era nella ex fabbrica isochimica

ambulanza croce azzurraTrovato morto nell’ex isochimica. Era scomparso ad aprile

L’ex Isochiimica, la fabbrica posta sotto sequestro dalla Procura di Avellino per disastro ambientale è ancora protagonista di un tragico evento. All’interno di uno stanzino dello stabilimento di Pianodardine è stato trovato il corpo, in avanzato stato di decomposizione impiccato ad una trave. Si tratta di Pellegrino Leo, il 35enne scomparso da Sant’Angelo a Scala lo scorso 11 aprile. Nelle tasche dei pantaloni dell’uomo sono stati ritrovati i documenti di identità. I familiari hanno proceduto al riconoscimento della salma, trasportata dopo un primo esame esterno al cimitero di Avellino. Leo si era allontanato da casa dopo aver lasciato un biglietto alla moglie in cui annunciava l’insano gesto. E ora l’ipotesi più accreditata resta quella del suicidio.

L’uomo è stato ritrovato con un cavo elettrico stretto intorno al collo a mo’ di cappio, appeso ad una trave posizionata su due tavole di legno. L’uomo dovrebbe essere morto da almeno cinque mesi, lo stato in cui versava aveva fatto pensare in un primo momento ad una persona di colore. Poi il ritrovamento dei documenti ha sciolto ogni dubbio. Un giallo nel giallo. La macabra scoperta è avvenuta a seguito di un altro caso di cronaca consumatosi forse nelle ultime notti all’interno dell’ex fabbrica.

da affariitaliani.it

I commenti sono chiusi.