Vicenza bosniaco si mozza la mano sotto un treno per punirsi del vizio del videopoker

Perde tutto giocando al videopoker
e si mozza la mano sotto al treno
VICENZA. Un immigrato bosniaco preso dalla disperazione per il vizio incontrollato si autopunisce in stazione

L’episodio è accaduto nei pressi della stazione di Vicenza
Un immigrato bosniaco sconvolto dal vizio del videopoker si è autopunito mozzandosi parte della mano sinistra sotto un treno merci a Vicenza. L’uomo, ricoverato in gravi condizioni all’ospedale del capoluogo berico, sembra non aver avuto esitazioni l’altra notte a porre in atto il gesto. «La testa ha voluto punire la mano» avrebbe riferito Momir Mitrovic, 45 anni, agli uomini della polizia ferroviaria che lo hanno raccolto urlante e sanguinante vicino ad uno dei binari della stazione. L’immigrato, che vive di piccoli lavori temporanei, ha detto di essere vittima del vizio del gioco e di utilizzare i soldi che guadagna per giocare compulsivamente ai videopoker nella speranza di imprimere una svolta alla sua esistenza. Ma immancabilmente perde tutto e si dispera. L’altra notte è quindi entrato in stazione, ha atteso l’arrivo di un treno merci, che in genere modera la velocità, e ha messo la mano sinistra sotto le ruote, lasciandosi straziare le carni. Tre dita sono state irrimediabilmente perdute; per la funzionalità dell’arto, invece, ci potrebbero essere speranze anche se, secondo i medici, è presto per sciogliere la prognosi.

da ilgiornaledivicenza.it