Vicenza Vigilante spara a su fratello Marco Ferrara ha ferito il fratello Alessandro ad una gamba

ambulanza 9Litigio tra fratelli in via Giuriato
Il vigilante spara al fratello
FUTILI MOTIVI. C’è una discussione per futili motivi alla base della litigata sfociata nella sparatoria. Marco Ferrara ha ferito il fratello Alessandro ad una gamba.

VICENZA. ORE 11.20 LO SPARATORE SI CHIAMA MARCO FERRARA, 21 ANNI. Si chiama Marco Ferrara il giovane vigilantes che ha sparato al fratello ieri sera durante una lite familiare. All’origine della discussione motivi senza grande importanza col fratello Alessandro che è stato colpito ad una gamba. Per fortuna il proiettile non ha reciso arterie importanti e l’uomo ha riportato la rottura del femore – a causa del proiettile – e guarirà in 60 giorni. Lo sparatore è stato arrestato.

29/11/2013 ORE 21.25. E’ STATO IL FRATELLO VIGILANTES A SPARARE. Confermata la prima versione dei fatti. E’ stato il giovane fratello vigilantes  a sparare con la pistola d’ordinanza alla gamba dell’altro fratello. Entrambi giovanissimi, avrebbero litigato per futili motivi.

ORE 20.55. DINAMICA CONFUSA. La sparatoria si tinge di giallo. Si fa intricata la ricostruzione della dinamica della lite tra i due fratelli. Gli inquirenti non lasciano trapelare nulla, la palazzina è blindata, ma una voce darebbe credito ad una versione alternativa, secondo la quale sarebbe stato l’altro fratello a prendere la pistola e a ferire il vigilantes.

ORE 20.30. E’ ora di cena quando uno sparo rompe il silenzio in un condominio anni ’50 alla periferia della città, quartiere San Pio X, via Giuriato 20. Al primo piano della palazzina abitano i fratelli Ferrara, tra i due è in corso una discussione per motivi in corso di accertamento. Ben presto però la discussione degenera in una lite violenta e uno dei due, vigilantes di professione, estrae l’arma di servizio e spara alla gamba al fratello. Immediatamente si rende conto di quello che ha commesso ed è lui stesso ad allertare i soccorsi. Sul posto arriva l’ambulanza del Suem e le volanti della questura, oltre alla polizia scientifica. L’uomo è stato accompagnato in questura per essere interrogato. Al momento è accusato di lesioni.

Marco Scorzato da ilgiornaledivicenza.it

I commenti sono chiusi.