Vicenza tragica gita in calesse: moto spaventa cavallo, grave sedicenne

La moto spaventa il cavallo
Calesse cade, grave 16enne
Una gita in campagna si è trasfornata in un dramma per due coniugi montecchiani. Una figlia è finita all’ospedale

Avevano deciso di uscire con il calesse e gustarsi il paesaggio rurale fra Montorso e Montecchio al tramonto. Ma la gita purtroppo ha avuto un drammatico epilogo: la cavalla che trainava la carrozza si è spaventata al passaggio di un motorino e ha iniziato una folle corsa finita poi su una scarpata. Una giovane di 16 anni è rimasta schiacciata sotto al carro ed è stata ricoverata all’ospedale di Vicenza in gravi condizioni.

L’incidente è avvenuto poco dopo le 20, in via Ponte Guà di Montecchio Maggiore, in un tratto di strada particolarmente pericoloso e stretto. A quell’ora stavano rientrando a casa, sul calesse, Antonio Caldonazzo, la moglie Gisella Zordan, la figlia 23enne Tania con il fidanzato Demetrio Bomitali e la sorella minorenne. Dietro alla comitiva, da quanto si è potuto apprendere, c’era un ciclomotore piuttosto rumoroso, mentre dal senso opposto stava sopraggiungendo un’automobile.

Quando il calesse ha attraversato un piccolo ponte, dove il limite di velocità è di 10 km orari per via della carreggiata stretta, il motorino ha sorpassato sfiorando da un lato la cavalla e dall’altro la macchina che arrivava dalla direzione opposta. È stato in quel momento che l’animale si è spaventato e ha iniziato ad agitarsi puntando verso il ciglio destro della strada.

Tania Caldonazzo, che era alla guida, ha cercato in tutti i modi di riportare sulla carreggiata il mezzo, ma non c’è stato nulla da fare. La piccola carrozza si è ribaltata in fondo ad una scarpata e mentre i genitori e il fidanzato della 23enne si sono lanciati in tempo, la sedicenne è stata sbalzata dal carro rimanendo schiacciata fra il mezzo e un albero. I suoi familiari hanno compreso subito la gravità della situazione è hanno avvisato il pronto soccorso e i vigili del fuoco.

Da Vicenza è partita un’autogru, che però è poi rientrata in quanto è bastato l’intervento di una squadra di pompieri di Arzignano. Nel frattempo sono giunti sul posto anche i vigili urbani di Montecchio Maggiore per ricostruire con esattezza la dinamica e per appurare le eventuali responsabilità. Il conducente del ciclomotore che avrebbe spaventato la cavalla ha però proseguito la sua corsa e non è nemmeno certo che si sia reso conto di quello che ha provocato. Una volta liberata dal peso, la sedicenne è stata caricata in ambulanza e trasportata in gravi condizioni all’ospedale San Bortolo di Vicenza con un codice rosso.

Claudia Milani Vicenzi, Dennis Dellai

da ILGIORNALEDIVICENZA.IT

I commenti sono chiusi.