Video Verona Lazio 4 a 1 gol di Biglia Iturbe Romulo e doppietta di Toni


Euro-Verona, poker alla Lazio
L’Hellas batte 4-1 i biancocelesti grazie ai gol di Toni (2), Iturbe e Romulo (pari momentaneo di Biglia) e sale al 5° posto in attesa del derby di Milano. La Lazio torna in crisi e Petkovic in bilico.

Il Verona batte 4-1 la Lazio e chiude un 2013 spettacolare. Grazie ai gol di Toni (doppietta), Iturbe e Romulo (momentaneo pareggio di Biglia per la Lazio), la squadra di Mandorlini si trova, in attesa del derby di Milano, al quinto posto in classifica da neopromossa. Primo tempo finito in parità (1-1), poi nella ripresa l’Hellas dilaga nonostante un miglior inizio dei biancocelesti. La doppietta di Toni, salito a quota 7 reti in campionato, annienta una Lazio che torna in crisi dopo la piccola soddisfazione ottenuta settimana scorsa con il Livorno. Ora il futuro di Petkovic torna seriamente in bilico e la pausa natalizia potrebbe cambiare qualcosa sulla panchina biancoceleste. Dall’altra parte grande festa per il Verona, che dopo il ritorno in A può festeggiare un anno davvero incredibile.
LA CRONACA DELLA PARTITA
Il Verona è sesto in campionato, la Lazio ottava, l’inizio partita conferma l’andamento in classifica. Basta il primo calcio da fermo al Verona per andare in vantaggio: al 6′ una pennellata di Jorginho per la testa di Toni dà l’1-0 ai padroni di casa, con la Lazio scottata dopo pochi giri di lancette. Bisogna attendere il 25′ per la prima risposta biancoceleste: Rafael devia sul piede di Klose un innocuo cross di Ederson ma l’attaccante si fa respingere sulla linea di porta il tiro dal provvidenziale Maietta. Dopo 3′, su calcio d’angolo di Candreva (il migliore dei suoi), Biglia di testa fa 1-1 e la Lazio si riprende. In chiusura di primo tempo però ecco il nuovo vantaggio gialloblù, con Iturbe che su calcio di punizione beffa Marchetti nell’angolo basso alla sua sinistra.
Parte bene la Lazio nella ripresa andando in pochi minuti due volte vicino al pari: sempre da calcio d’angolo (di Candreva), prima un colpo di testa di Cana e poi una conclusione sotto porta di Biglia vengono miracolosamente sventate da Rafael dimostrano che i biancocelesti vogliono insistentemente riacciuffare il risultato. Paradossalmente però, proprio su un calcio d’angolo per la Lazio arriva il terzo gol del Verona. Contropiede perfetto degli uomini di Mandorlini con Iturbe che serve Toni il quale mette al centro sull’uscita di Marchetti, arriva Romulo che a porta vuota non sbaglia. Il Verona domina e trova anche la rete del 4-1: altro contropiede fulmineo con Jorginho che serve Toni per la doppietta personale e il Bentegodi è in festa. Il Verona chiude il proprio anno nel modo migliore possibile: momentaneo quinto posto in classifica con vista sull’Europa.
LA STATISTICA CHIAVE
Tutte le volte in cui, in questa stagione, il Verona ha segnato almeno 2 gol in casa, ha sempre vinto. Una statistica che, anche con la Lazio, non si smentisce e consegna all’Hellas altri due punti che valgono, al momento, un posto in Europa.

IL MIGLIORE
Juan Manuel Iturbe: si dice da inizio stagione che il Verona ha pescato bene nel mercato estivo e l’attaccante argentino prelevato dal Porto ne è la dimostrazione più evidente (senza dimenticare i vari Romulo, Toni – non ce ne voglia visti i due gol). Le sue discese sulla sinistra stordiscono Lulic e l’intesa con Romulo porta il Verona a essere devastante sulla corsia destra. Il gol su punizione (un po’ di colpa è di Marchetti che si lascia rimbalzare la palla davanti) è la ciliegina su una partita di grande qualità, che termina a metà ripresa per via di una condizione fisica non eccellente.
IL PEGGIORE
Senad Lulic: l’anno scorso fu l’eroe della vittoria in coppa Italia con la Roma, osannato dai tifosi. Quest’anno – un po’ come tutta la Lazio – il giocatore che vediamo in campo sembra il cugino scarso, svogliato, inconcludente. Completamente in bambola nell’arginare la coppia Romulo-Iturbe, soffre tremendamente in fase difensiva, che non è il suo forte, e anche quando sale non trova soluzioni positive. Gara da dimenticare!
IL TABELLINO
VERONA (4-3-3): Rafael 7; Cacciatore 6, Moras 6, Maietta 6, Agostini 5; Romulo 7, Jorginho 6 (86′ Laner), Hallfredsson 6.5 (75′ Donati); Iturbe 7 (69′ Donadel), Toni 7, Gomez 6. All. Mandorlini.
LAZIO (4-3-3): Marchetti 5.5; Konko 6, Cana 6, Dias 6, Lulic 4; Onazi 6, Ledesma 6.5, Biglia 6 (62′ Keita), Candreva 7 (76′ Perea), Klose 5, Ederson 5 (70′ Floccari). All. Petkovic.
Arbitro: Calvarese di Teramo
Gol: 6′ Toni (V), 28′ Biglia (L), 45′ Iturbe (V), 64′ Romulo (V), 78′ Toni (V).
Note: ammoniti Ledesma (L), Maietta (V), Cana (L).

 Marco Barzizza da eurosport

I commenti sono chiusi.